Abitazione principale o Prima Casa: che differenza c’è?

Pubblicità

Prima casa e abitazione principale, termini introdotti dalla normativa

Le normative che disciplinano tutti gli aspetti relativi alle detrazioni fiscali, ai benefici derivanti dall’acquisto della prima casa e alla detrazioni degli interessi passivi dei mutui hanno introdotto i concetti di “prima casa” e di “abitazione principale”.

Sebbene ad un occhio inesperto tali termini possano apparire quali sinonimi, la realtà è che esprimono invece due concetti significativamente differenti e in relazione ai quali la normativa prevede benefici e requisiti assolutamente distinti.

L’errore di interpretazione dei due termini risiede nel fatto che molto spesso capita che un’unità immobiliare adibita ad “abitazione principale” è, allo steso tempo, anche “prima casa”. Questo è il caso ad esempio di una unità familiare che possiede un singolo immobile e vi abita al suo interno.

Prima casa

La prima casa altro non è pertanto che l’unico immobile di cui si possiede la proprietà, ma fermarsi a questa prima definizione sarebbe assolutamente riduttivo. È possibile beneficiare della agevolazioni fiscali connesse alla prima casa al verificarsi delle seguenti condizioni:

  • l’unità immobiliare sia di tipo residenziale e non di lusso;
  • all’atto dell’acquisto non si deve avere il possesso di altre unità immobiliari per i quali si è beneficiato delle agevolazioni fiscali di prima casa;

    Abitazione principale Prima casa differenze
    Abitazione principale Prima casa differenze

  • bisogna possedere la residenza o lavorare nel medesimo comune all’interno del quale è ubicato l’immobile; in caso contrario è necessario trasferire la residenza nel comune entro e non oltre 18 mesi dalla data di acquisto;
  • all’atto dell’acquisto non si deve avere il possesso di altre unità immobiliari nello stesso comune, anche se per tali immobili NON si è beneficiato delle agevolazioni fiscali di prima casa.

Nel caso in cui i requisiti suddetti siano soddisfatti, sarà possibile beneficiare di tutte le agevolazioni riportate nell’articolo Acquisto prima casa: le agevolazioni fiscali.

Abitazione principale

L’abitazione principale è l’unità immobiliare presso cui si possiede la residenza e che rappresenta la cosiddetta “dimora abituale”. Nei casi di “abitazione principale” è possibile beneficiare di un insieme di agevolazioni ben distinte da quelle descritte precedentemente che elenchiamo di seguito:

  • riduzione dell’IMU (che va a sostituire la precedente esenzione totale ICI)
  • Non imponibilità della rendita catastale in sede di calcolo IRPEF (dall’anno fiscale 2012 è comunque inglobata nell’IMU)
  • detraibilità degli interessi passivi del mutuo stipulato per l’acquisto dell’unità immobiliare come descritto nell’articolo Mutui prima casa: guida alla detrazione degli interessi passivi;
  • agevolazioni economiche nella stipula dei contratti per le utenze domestiche (elettricità, acqua, gas, telefono, ecc.

 

Pubblicità

4 Commenti

  1. Per abitazione principale sono indispensabili la residenza e la dimora abituale, ma la proprieta’ dell’immobile non e ‘ necessaria? O servono solo i primi due requisiti?
    grazie

  2. la casa dove abito è intestata a mia figlia, qualche anno fa ho ereditato una casa(l’unica che possiedo)in un comune diverso di quello di residenza, ho diritto ai benefici previsti x la prima casa sebbene non vi risiedo?

Leave a Reply