Agevolazioni acquisto casa da affittare

Agevolazioni acquisto casa da affittare

I privati che acquistano o costruiscono casa possono dedurre in dichiarazione dei redditi il 20% delle spese sostenute, in particolare questo tipo di agevolazioni acquisto casa può essere applicato se immobile è da affittare. Il bene immobiliare deve presentare delle caratteristiche imprescindibili a partire dal suo uso, ed infatti l’unità a destinazione residenziale non di lusso deve essere destinata, entro 6 mesi dall’acquisto/termine dei lavori di costruzione, alla locazione per almeno 8 anni con carattere continuativo; il beneficio decade in caso di interruzione anticipata del periodo di locazione, per motivi attribuibili al proprietario immobiliare, o nel caso in cui il contratto di locazione si concluda per richiesta del conduttore, e l’unità immobiliare risulti non locata per un periodo di tempo superiore ad un anno. L’agevolazione in questione prevede la deduzione dal reddito complessivo Irpef in misura pari al 20% del prezzo di acquisto del bene immobiliare come indicato nell’atto di compravendita; la stessa misura delle detrazioni può essere applicato in riferimento alle spese di costruzione documentate fino ad un ammontare massimo complessivo di spesa di 300mila euro comprensivo di IVA, riferito al singolo soggetto. La deduzione viene ripartita in 8 quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno in cui è stipulato il contratto di locazione (interruzioni della locazione non imputabili al locatore, della durata inferiore ad un anno non determinano la decadenza del diritto alla deduzione).

Casi di applicazione delle agevolazioni

agevolazioni acquisto casa da affittare

agevolazioni acquisto casa da affittare

Le agevolazioni acquisto casa da affittare sono applicabili su un immobile a destinazione residenziale di nuova costruzione oppure  invenduto alla data del 12.11.2014 che indica la data di entrata in vigore della legge di conversione del D.l 133/2014; le spese risultano deducibili anche se il bene immobiliare è dotato del certificato di agibilità o se è stato sottoposto ad interventi di ristrutturazione, di restauro o di risanamento conservativo ma anche se la casa da affittare è costituita da un bene ceduto dall’impresa o dalla cooperativa edilizia costruttrice o che ha effettuato gli interventi. L’agevolazione compete anche nel caso di spese sostenute per la costruzione  di unità immobiliari a destinazione residenziale su aree edificabili, possedute prima dell’avvio dei lavori di edilizia, o sulle quali sono già riconosciuti diritti edificatori.

Pubblicità