Agevolazioni acquisto prima casa: quali requisiti?

Agevolazioni acquisto prima casa: quali requisiti?
Agevolazioni acquisto prima casa: quali requisiti?
Pubblicità

Per poter usufruire delle agevolazioni acquisto prima casa occorre rispettare una serie di requisiti che riguardano l’immobile da comprare, il venditore e l’acquirente.

Le agevolazioni riguardano una serie di sgravi fiscali che lo Stato concede per venire incontro alle esigenze abitative dei cittadini. Vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti da rispettare.

Se desideri maggiori informazioni sulle agevolazioni prima casa ti consigliamo la lettura dei seguenti articoli di approfondimento, pubblicati sul nostro sito: Agevolazioni acquisto prima casa e Agevolazioni prima casa: come ottenerle.

Requisiti dell’abitazione

Agevolazioni acquisto prima casa: quali requisiti?
Agevolazioni acquisto prima casa: quali requisiti?

L’abitazione che si intende acquistare non deve possedere caratteristiche di lusso di cui al Decreto Ministeriale 2 agosto 1969, pubblicato sulla G.U. 218 del 27/8/1969 e deve essere ubicata nel comune in cui l’acquirente risiede o lavora abitualmente. Rispetto a tale requisito la norma consente anche che l’acquirente si impegni a stabilire la residenza entro 18 mesi dall’acquisto.

Non è, invece necessario che l’immobile da acquistare sia destinato e residenza propria, in quanto, è possibile acquistare usufruendo delle agevolazioni, anche una casa che si intende affittare.

Requisiti del venditore

Nell’’ambito delle agevolazioni prima casa, grande importanza riveste anche la figura del venditore. Le imposte variano, infatti, a seconda che si acquisti da una persona fisica o da un’impresa costruttrice.

Se il venditore dell’immobile che si intende acquistare è un privato e, quindi, non soggetto ad IVA, si applica l’imposta di registro del 3% invece del 7%. Le imposte ipotecarie, invece, sono applicate nella misura fissa di 168 euro ciascuna.

Se il venditore, invece, è una impresa costruttrice e la vendita avviene entro 4 anni dalla data di ultimazione dei lavori, l’IVA sarà ridotta al 4% invece del 10% e le imposte ipotecarie e catastale rimangono fissate a 168 euro ciascuna.

Requisiti dell’acquirente

Per quanto concerne l’acquirente la norma stabilisce che per usufruire delle agevolazioni non bisogna essere titolari in maniera esclusiva ma anche in comunione con il coniuge, di diritti di proprietà, usufrutto o uso di un’altra abitazione nel territorio del comune in cui è sito l’immobile che si intende acquistare. Inoltre, non si deve essere titolari di immobili, nemmeno in comunione, precedentemente acquistati con le agevolazioni fiscali per la prima casa.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply