Agevolazioni prima casa acquisto: figura del venditore

Pubblicità

Agevolazioni prima casa acquisto immobili residenziali

Rientrano all’interno delle agevolazioni prima casa acquisto quegli immobili di tipo residenziale, quelli rurali sono esclusi gli immobili di categoria commerciale, inoltre l’agevolazione può essere applicata anche in caso di acquisto delle pertinenze connesse con l’abitazione “qualora le stesse siano destinate in modo durevole a servizio e ornamento dell’abitazione principale per il cui acquisto si è già beneficiato della tassazione ridotta”, gli sgravi fiscali relativi alle suddette pertinenze possono essere applicati anche quando la pertinenza viene acquistata con un atto separato rispetto all’immobile principale, per cui l’agevolazione può riguardare le categorie in cui rientrano le pertinenze ossia quei fabbricati che vengono classificati nelle seguenti categorie catastali: C2, C6 e C7. Riassumendo quindi per la compravendita della prima casa e di una sua pertinenza che può essere costituita da box, garage, cantina, tettoia, è possibile godere di sconti per quanto riguarda l’imposta di registro oppure Iva e le imposte ipotecarie e catastali. Altre notizie sull’argomento si trovano su Requisiti prima casa in caso di acquisto tra privati o costruttori.

La figura del venditore

agevolazioni prima casa acquisto
agevolazioni prima casa acquisto

Per quanto riguarda la figura del venditore privato dell’immobile ad uso abitativo va precisato che la compravendita di un fabbricato tra soggetti privati entro i 5 anni dall’acquisto o costruzione determina per il venditore una differenza positiva tra la cifra percepita nel periodo d’imposta ed il prezzo di acquisto oppure il costo di costruzione dell’immobile messo in vendita, tenendo conto dell’aumentato dei costi relativi al bene. Si deve quindi considerare il valore della “plusvalenza” ovvero del “reddito diverso” suscettibile all’imposta ordinaria che prevede l’applicazione delle normali aliquote Irpef. Invece nel caso di vendita dell’immobile dopo i 5 anni dall’acquisto o costruzione dell’immobile, allora non si viene a determinare una plusvalenza ovvero non è imponibile Irpef. Maggiori informazioni si trovano su Requisiti prima casa: quando decadono le agevolazioni.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply