Agevolazioni ristrutturazione prima casa: una tabella esplicativa

Successione agevolazione prima casa: dettagli
Successione agevolazione prima casa: info
Pubblicità

Agevolazioni ristrutturazione prima casa, una panoramica

Lo Stato mette a disposizione alcune agevolazioni per acquistare gli immobili, specie se adibiti a prima casa (per saperne di più consultate Agevolazioni acquisto prima casa: una guida). Le agevolazioni coinvolgo alcuni frammenti di tassazione come la temibile imposta di registro, che in alcuni casi può costringere al pagamento di svariate migliaia di euro. Le agevolazioni, però, possono coinvolgere altre attività, come ad esempio la ristrutturazione degli immobili.

Di seguito, un focus sulle agevolazioni ristrutturazione prima casa.

Ristrutturazione agevolata, un argomento complesso

agevolazioni ristrutturazione prima casa: dettagli
Agevolazioni ristrutturazione prima casa: info

Quello della ristrutturazione agevolata è un argomento niente affatto semplice. Lo Stato disciplina in modo severo e preciso questa opportunità. Vi sono dei requisiti, ovviamente, ma anche diverse entità di detrazioni a partire dai requisiti stessi. L’unico modo per avere un’idea chiara di quanto si possa risparmiare è confrontarsi con una tabella. L’Agenzia delle Entrate ne mette a disposizione una sul suo sito nazionale.

La tabella

Che cos’è  Sconto Irpef 50% sulle spese affrontate per la ristrutturazione:
• importo massimo di spesa: € 96.000 (+ € 10.000 in caso di acquisto immobili),
• importo massimodi detrazione: € 48.000, ossia il 50% di 96.000L’importo va esplicitato nella dichiarazione dei redditi dall’anno successivo in poi ed è detraibile in:
• 10 anni per i contribuenti fino ai 74 anni di età;
• 5 anni per i contribuenti fino ai 79 anni di età;
• 3 anni per i contribuenti con 80 o più anni

Iva agevolata al 10% su lavori e materiali

 Beneficiari  Tutte le persone fisiche che:
• ristrutturano un immobile posseduto, anche in usufrutto, entro il 31 dicembre 2012
• acquistano un immobile ristrutturato da imprese di costruzione o cooperative
entro il 30 giugno 2013, ma ristrutturato entro il 31 dicembre 2012.
 Attività
e spese
coinvolte
 
 Tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, risanamento
conservativo, ristrutturazione edilizia
 Procedura   Tutti i pagamenti devono essere realizzati tramite bonifico, specificando la causale e inserendo i codicifiscali di entrambi le parti (le banche hanno un modulo apposito).

E’ importante conservare:
• le fatture o le ricevute fiscali per gli acquisti e le prestazioni detraibili;
• le ricevute dei bonifici come prova del pagamento.

 

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply