Autocertificazione Iva 4 prima casa: la figura del rivenditore

Autocertificazione Iva 4 prima casa: come fare le verifiche

In caso di costruzione o ristrutturazione di abitazioni civili è possibile beneficiare di alcuni sgravi fiscali previsti da diversi anni dallo stesso governo italiano e che consistono anche nell’applicazione di aliquote Iva agevolate ma per poter riscattare queste agevolazioni è necessario fornire autocertificazione Iva 4 prima casa. Quando il contribuente verifica di possedere tutti i requisiti necessari per poter usufruire dell’aliquota Iva ridotta deve presentare un’autocertificazione al rivenditore che al compito a sua volta di appurare se effettivamente si può beneficiare di tale agevolazione fiscale, va infatti precisato che il responsabile  del pagamento dell’Iva è proprio il rivenditore che deve esaminare il pieno rispetto dei requisiti previsti dalla norma che disciplina questa materia. Per appurare che l’applicazione del beneficio fiscale segua il suo iter corretto è necessario che i rivenditori richiedano l’autocertificazione,  verificandone rigorosamente i dati forniti, in questo modo si può verificare la concreta applicabilità dei benefici Iva con aliquota ridotta del 4% o con Iva al 10%. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Autocertificazione Iva 4 prima casa: la richiesta delle riduzioni fiscali.

I dati da fornire al rivenditore

autocertificazione Iva 4 prima casa

autocertificazione Iva 4 prima casa

Per determinare concretamente che il soggetto ha la possibilità di fruire dell’agevolazione Iva 4 sulla prima casa è opportuno fornire al rivenditore una serie di informazioni chiave che includono per prima cosa la specificazione dei dati anagrafici della persona fisica che richiede l’applicazione dell’agevolazione; bisogna poi precisare il tipo di intervento reso oppure l’entità del bene finito o semilavorato acquistato ed il suo impiego, ossia la sua funzione finale; vanno poi indicati i dati catastali del bene immobiliare, in riferimento quindi alla stessa tipologia del bene che può rientrare nella categoria prima casa, seconda casa, casa rurale, o se rispetta le caratteristiche della Legge Tupini. Per maggiori notizie sul tema si rimanda alla lettura dell’articolo Cosa si intende per dichiarazione Iva 4 prima casa.

Pubblicità