Autocertificazione Iva 4 prima casa per l’assunzione di responsabilità

autocertificazione Iva 4 prima casa
autocertificazione Iva 4 prima casa
Pubblicità

Autocertificazione Iva 4 prima casa la sua validità legale

Per vedere applicati gli incentivi validi a livello nazionale e che trovano impiego nel campo dell’edilizia fiscale è necessario presentare l’autocertificazione Iva 4 prima casa: si tratta di una dichiarazione valida ai sensi del numero 21 della tabella A, parte II, allegata al D.P.R. nr. 633 del 26/10.1972, grazie alla quale si richiede di ottenere l’Iva al 4%.Il proprietario dell’immobile che si rivolge ad un’impresa che svolge i lavori di costruzione su un fabbricato avente i requisiti di prima casa con un atto scritto da compilare e firmare si assume la responsabilità di aver avviato questo genere di interventi e di aver diritto a questa serie di benefici presentando l’autocertificazione con allegato una copia della Concessione edilizia oppure la Dichiarazione di inizio attività. In particolare con questa sottoscrizione il soggetto si assume a livello legale tutte le eventuali responsabilità e le possibili conseguenze che possono derivare da una dichiarazione falsa come previsto dall’articolo 47 D.P.R. 445 del 28/12/2000. Per altre informazioni sul tema si rimanda alla lettura di Dichiarazione Iva 4 prima casa: quando può essere presentata.

La comunicazione dei cambiamenti

autocertificazione Iva 4 prima casa
autocertificazione Iva 4 prima casa

Con l’autocertificazione con cui si fa richiesta dell’Iva agevolata al 4% in merito ai lavori di costruzione sulla prima casa il proprietario dell’immobile si fa quindi carico di ogni conseguenza che ne può derivare, escludendo così che le responsabilità possano ricadere sull’impresa venditrice nell’eventualità che l’amministrazione finanziaria dovesse pretendere l’applicazione di un’aliquota diversa da quella che può essere applicata per legge. Qualora poi dovessero verificarsi dei cambiamenti il dichiarante è anche obbligato per legge a doverli comunicare per tempo indipendentemente dalla circostanza, quindi si deve anche segnalare l’eventuale decadenza del diritto di poter usufruire dell’agevolazione per poter così ottenere l’emissione della fattura integrativa per la differenza di aliquota Iva, in base a quanto previsto dall’art. 26, co.1, del D.P.R. 26.10.1972, n. 633 e successive modificazioni. Maggiori informazioni si trovano su Autocertificazione Iva 4 prima casa: la documentazione da produrre.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply