Bonus mobili Legge di Bilancio 2018

Bonus mobili Legge di Bilancio 2018

La Legge di Bilancio 2018 ha prorogato il Bonus mobili e l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la Guida Bonus Mobili aggiornata a gennaio 2017, nella quale figurano le spese per le quali i contribuenti possono beneficiare della detrazione al 50%. Nella Manovra finanziaria 2018 è stato prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione 50% Irpef per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, nello specifico per i lavori di ristrutturazione il tetto massimo detraibile è pari a 96 mila euro di spesa per unità immobiliare, mentre la spesa detraibile per i mobili è al massimo di 10.000 euro. Possono ottenere questo tipo di agevolazione fiscale i contribuenti che hanno ristrutturato l’immobile nel corso dea 2017 effettuando degli acquisti relativi agli arredi, ai grandi elettrodomestici ed agli mobili ad incasso. La quota della detrazione spettante comprende le spese che vengono sostenute per acquistare nuovi arredi a cui si aggiunge un altro 50% di detrazione per la ristrutturazione edilizia. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di https://www.guidafisco.it/bonus-acquisto-mobili-documenti-detrazione-892.

A chi si rivolge il bonus

Bonus mobili

Bonus mobili

Hanno diritto allo sconto Irpef, i contribuenti che risultano essere assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche che risiedono in Italia ed all’estero, la detrazione spetta poi ai titolari di società i cui redditi sono assoggettati all’IRES. Questa agevolazione fiscale si rivolge dunque ai seguenti soggetti: proprietari di immobili; usufruttuari di abitazioni; nudi proprietari; affittuari; titolari di contratti in comodato d’uso; soci di cooperative; società semplici, in nome collettivo, in accomandata semplice e soggetti equiparati. Il bonus mobili può essere richiesto anche dal coniuge, dai parenti entro il terzo grado e dagli affini entro il secondo grado sempre se conviventi con il proprietario o con chi risulta essere il proprietario del bene immobiliare oggetto della detrazione. Il bonus spetta anche se i contribuenti che effettuano da soli i lavori sul bene immobiliare, le spese detrazione in questo caso sono quelle relative al solo acquisto dei materiali utilizzati ed ai mobili.

Pubblicità