Calcolo imposta di registro contratti di locazione: alcuni esempi

Calcolo imposta di registro contratti di locazione: casi particolari

Tenendo conto dello stesso carattere dell’immobile è possibile determinare il calcolo imposta di registro contratti di locazione, dal momento che per la registrazione di un contratto di locazione per legge è obbligatorio versare l’imposta di registro e l’imposta di bollo. Un discorso a parte va fatto per quanto riguarda i contratti di locazione a canone concordato che sono relativi a quei beni immobiliari che si trovano in uno dei Comuni  che rientrano nella categoria definita “ad elevata tensione abitativa”, in questo caso è prevista una riduzione del 30% della base imponibile sulla quale viene determinata la stessa imposta di registro, mentre il corrispettivo annuo da dover valutare per il calcolo dell’imposta va assunto per il 70% considerando però che il versamento per la prima annualità non può essere inferiore a 67 euro. La stessa somma deve essere versata nei casi di Per le risoluzioni e le cessioni senza corrispettivo dei contratti di locazione e sublocazione di immobili urbani con durata pluriennale, l’imposta in questo caso deve essere pagata nella misura fissa di 67 euro. Nel caso di contratti di locazione di immobili non urbani, l’imposta di registro si applica ai canoni ancora dovuti nella misura del 2%. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Calcolo imposta di registro contratti di locazione: applicazioni online.

Deposito cauzionale

calcolo imposta di registro contratti di locazione

calcolo imposta di registro contratti di locazione

Delle specifiche clausole vengono applicate per determinare al momento della registrazione l’imposta di registro per quanto riguarda i contratti di locazione: il locatore ed il conduttore sono tenuti a pagare l’intera somma da dover corrispondere per coprire la relativa imposta di registro per la registrazione del contratto, invece non è dovuta l’imposta di registro sulla somma di deposito cauzionale versato dall’inquilino, nel caso in cui il deposito è pagato da un terzo estraneo al rapporto di locazione, va versata l’imposta nella misura dello 0,50%. Maggiori informazioni si trovano su Calcolo imposta di registro contratti di locazione ed immobili strumentali.

Pubblicità