Calcolo imposta di registro contratti di locazione: esempi pratici

Calcolo imposta di registro contratti di locazione: esempi

Per la registrazione di un contratto di locazione è necessario pagare rispettivamente l’imposta di registro e l’imposta di bollo e per effettuare il calcolo imposta di registro contratti di locazione bisogna tener conto delle stesse caratteristiche del contratto in quanto l’importo delle tasse varia a seconda che l’immobile sia locato oppure in affitto. Per i contratti di locazione pluriennali il pagamento dell’imposta di registro può essere versato al momento della registrazione e copre così l’intera durata del contratto oppure si può versare l’imposta anno per anno entro 30 giorni dalla scadenza della precedente annualità. Se si paga la tassa per l’intera durata del contratto si può beneficiare di uno sconto traducibile in una detrazione dall’imposta dovuta pari alla metà del tasso di interesse legale che ammonta all’1% a partire dal 1° gennaio 2014, che va poi moltiplicato per il numero delle annualità. Se invece il pagamento viene eseguito annualmente allora l’imposta per gli anni successivi può risultare talvolta di importo inferiore a 67 euro. per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Imposta di registro prima casa iter burocratico.

Alcuni casi tipo

calcolo imposta di registro contratti di locazione

calcolo imposta di registro contratti di locazione

Nel caso in cui si decide di esercitare la disdetta del contratto di locazione prima del tempo e l’imposta di registro è stata già stata versata per l’intera durata, allora è necessario riscattare il rimborso relativo all’importo pagato per le annualità successive a quella in cui avviene la disdetta anticipata del contratto. Anche se si avvia la proroga del contratto di locazione di un immobile a uso abitativo è possibile pagare l’imposta in unica soluzione oppure annualmente. Si deve pagare un importo pari a 67 euro relativo all’imposta di registro in caso di risoluzione del contratto di locazione oppure se si procede con la cessione senza corrispettivo sia per i contratti di locazione sia in caso di sublocazione di immobili urbani con durata di più anni. Per altre notizie si rinvia all’articolo Calcolo sanzione imposta di registro prima casa e valore catastale.

Pubblicità