Considerazioni sulle spese per acquisto prima casa

Spese per acquisto prima casa: valutare l’impegno economico

Conoscere l’elenco delle spese per acquisto prima casa è utile sia a giovani coppie, single e famiglie per comprendere come affrontare un onere economico e finanziario importante che rappresenta anche un investimento o comunque un acquisto di vitale importanza per i propri progetti futuri e la vita di futuri coniugi o figli.

Si definisce prima casa, l’abitazione principale dove il proprietario svolge la sua vita o comunque l’unità suscettibile di diventare tale, sono un esempio le case comprate per i figli che ancora vivono con i genitori e durante la loro giovane età si vedono affittare la casa senza perdere le agevolazioni previste per legge. Per usufruire delle famose agevolazioni di acquisto prima casa bisogna innanzitutto scegliere un immobile che può venir considerato nell’elenco di sconti fiscali, detrazioni e sostegno al credito. E’ importante quindi scegliere quelle unità immobiliari inserite nelle categorie catastali abitazione ordinaria considerate non di lusso, principalmente sono le case signorili, le ville, i castelli e altri edifici storici. Il valore medio di mercato dell’immobile non dovrebbe superare i 250.000 euro anche se vengono considerati le condizioni legate al nucleo famigliare e alcuni casi hanno sottolineato come l’acquisto di due immobili contigui per futura costruzione di un’unica abitazione non abbia escluso l’acquirente contribuente dalle possibili agevolazioni.

 

L’elenco delle spese acquisto prima casa

spese per acquisto prima casa

spese per acquisto prima casa

Le spese per acquisto prima casa differiscono se l’immobile è ancora in costruzione o su un’area dove presto si effettuerà l’edificazione, oppure se si compra da privato. Nel primo caso le spese e gli oneri istruttori aumentano perché il processo di accatastamento e voltura deve avvenire e insieme bisogna anche considerare i costi dei materiali di costruzione sia per l’esterno che per l’interno. Nel piano di stabilità varato da Governo Letta sono state previste detrazioni applicabili per pratiche di adeguamento antisismico e modernizzazione degli impianti elettrici che prevedono l’introduzione di fonti rinnovabili come pannelli fotovoltaici o pale eoliche. In generale, gli acquisti prima casa si effettuano con mutui che prevedono la copertura completa delle spese acquisto prima casa che non considerano soltanto il valore dell’immobile e i costi fiscali legati la rogito (imposta catastale, ipotecaria e di registro) ma comprendono anche le cosiddette spese accessorie come l’assicurazione prima casa, diventata obbligatoria soprattutto se l’acquisto viene effettuato tramite agenzia immobiliare, e le spese di lavoro interno come ristrutturazione e mobilio. Parte di queste spese possono essere coperte e sostenute dallo Stato tramite bandi specifici che usufruiscono dei fondi messi a disposizione dalla Finanziaria vigente per sostenere gli acquisti prima casa o i mutui sostenuti dalle fasce di reddito più deboli o dai giovani.

 Ulteriori approfondimenti:

 

 

Pubblicità