Ecobonus al 65% per impianti classe A

Ecobonus al 65% per impianti classe A

In base a quanto previsto dalla legge di Stabilità 2018 sono state confermate le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica delle abitazioni si tratta dell’Ecobonus al 65% per impianti classe A con termoregolazione ed impianti ibridi, è possibile in questo modo procedere con la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione a condensazione di classe A che sfruttano dei sistemi di termoregolazione più moderni ed efficienti, degli impianti ibridi assemblati in fabbrica, dei generatori di aria calda a condensazione oppure dei cogeneratori di piccole dimensoni. Resta in vigore questa tipologia di agevolazione fiscale nell’arco di tempo compreso tra il 1° gennaio 2018 ed il 31 dicembre 2018, nello specifico si potrà usufruire della detrazione del 65% in caso di lavori di riqualificazione energetica degli edifici che mirano ad ottenere un miglioramento almeno del 20% del fabbisogno annuo di energia primaria rispetto ai requisiti del DM 11 marzo 2008 oppure se si eseguono interventi di coibentazioni di strutture opache verticali ed orizzontali che rispettano i requisiti del DM 11 marzo 2008. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura di: https://www.ediltecnico.it/60351/ecobonus-2018-al-65-al-50/.

Gli interventi soggetti a detrazione

Ecobonus al 65% per impianti classe A

Ecobonus al 65% per impianti classe A

Inoltre si può applicare l’Ecobonus al 65% in caso di altri interventi che permettono di ridurre i costi legati al consumo energetico cercando al tempo stesso di poter beneficiare di un effettivo efficientamento energetico. Nella lista degli interventi soggetti ad agevolazione figurano anche: le eventuali installazioni dei pannelli solari per produrre acqua calda, i lavori di sostituzione degli scaldacqua vecchi o dal funzionamneto tradizione con quelli che impiegano la pompa di calore; la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti che dispongono della presenza di caldaie a condensazione di efficienza pari alla classe A; gli impianti di sistemi di termoregolazione evoluti; l’acquisto e la posa di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, fino a un valore massimo della detrazione di 100mila euro; l’acquisto e l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, acqua calda e climatizzazione.

Pubblicità