House Flipping strategie vincenti

House Flipping strategie vincenti

Tra le moderne tecniche di investimento bisogna segnalare quella che preved l’acquisto di un bene immobiliare da ristrutturare e vendere in seguito si tratta della tecnica dell’House Flipping, anche noto come Property Flipping, così come si definisce nel mondo anglosassone. Grazie a questa tecnica si possono ottenere delle somme significative con una conclusione dell’affare in tempi alquanto ristretti. Una compravendita flippata consente dunque di ottenere dei buoni riscontri di guadagno dimostrandosi una forma di investimento collaudato visto che da anni ha fatto il giro del mondo dopo aver preso forma come metodo di investimento tipicamente americano. Per garantirsi una base più sicura per realizzare profitti si deve puntare su una strategia che mira a ridurre i margini di rischio ci sono dei dettagli strategici da non trascurare quali ad esempio investire in una zona dove sono numerose le richieste di acquisto, privilegiando le zone residenziali che garantiscono ai cittadini una maggiore qualità dei servizi; un altro investimento strategico è quello di prestare attenzione agli edifici di nuova costruzione che possono essere comprati a prezzi molto bassi quando non sono stati ultimati e poi possono essere rivenduti a lavori ultimati ad un prezzo di vendita soddisfacente per le finanze del venditore. Per altre notizie si rimanda alla lettura di http://www.affaritaliani.it/economia/immobiliare_portafoglio050210.html.

Alcune precisazioni

House Flipping

House Flipping

Quando si decide di realizzare House Flipping è bene calcolare non solo i prezzo di acquisto del bene immobiliare ma anche i costi di ristrutturazione e di rifinitura, quindi se si vuole guadagnare con un immobile occorre disporre di capitali adeguati. Va precisato inoltre che il flipping nel gergo finanziario immobiliare identifica una tipologia di transazioni basata su contratti che presentano caratteristiche simili ai trasferimenti di preliminari di acquisto, ed infatti è prevista la figura dell’intermediario, che a nome del suo cliente, dopo aver individuato il bene immobiliare per il quale non è ancora stato avviato il pignoramento e la successiva messa all’asta, può contattare la banca che possie l’ipoteca.

Pubblicità