Da ICI prima casa a IMU prima casa: cosa cambia?

ICI prima casa IMU prima casa
Pubblicità

Passaggio da ICI prima casa a IMU prima casa

A partire da quest’anno grazie alla manovra del Governo Monti, si è tornato a parlare  delle imposte sugli immobili, anche se di prima casa, con una nuova imposta, chiamata IMU Imposta Municipale Unica che, di fatto, sostituisce la vecchia ICI, abolita nel 2008.

Il costo della tassa non è determinato dal valore dell’immobile posseduto quanto piuttosto dalla distinzione tra  prima abitazione e seconda o altra abitazione. Infatti, ai fini del calcolo dell’importo da pagare è necessario sapere che per gli immobili destinati a prima abitazione l’aliquota base è fissata al 4 per mille, a fronte del 7,6 per mille, fissato per la seconda casa.

Per calcolare il costo dell’IMU è sufficiente rivalutare la rendita catastale del 5% e moltiplicando il valore ottenuto per 160.

Nel corso dell’articolo approfondiremo i concetti di imu prima casa, dei soggetti interessati e delle modalità di pagamento. Ulteriori dettagli vengono riportati nell’articolo IMU prima casa: tutto quello che c’è da sapere.

Quando un immobile viene considerato “prima abitazione”

ICI prima casa IMU prima casa
ICI prima casa IMU prima casa

Affinché un immobile possa essere considerato “prima abitazione” devono essere rispettati i seguenti requisiti:

–         Il proprietario deve avere la residenza nell’immobile e dimorarvi in modo abituale (nel caso della vecchia ICI era sufficiente la residenza);

–         L’immobile deve essere composto da una sola unità immobiliare, iscritta o iscrivibile al catasto come unica unità;

–         Le pertinenze dell’abitazione principale devono appartenere necessariamente alle categorie C2, C6 e C7.

Chi deve pagare l’IMU

Sono tenuti al pagamento dell’IMU:

–         I proprietari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli;

–         Titolari di diritti reali di godimento;

–         Locatari in caso di locazione finanziaria;

–         Concessionari di aree demaniali.

Quando si paga l’IMU prima casa

L’IMU prima casa può essere pagata in tre rate, con scadenze  il 16 giugno, il 16 settembre ed il 16 dicembre.

Lo scorso 16 giugno chi ha scelto la soluzione di rateizzare l’importo da pagare, ha versato un acconto pari ad un terzo del dovuto, tenuto conto delle eventuali detrazioni.

Il 16 settembre, è stata pagata la seconda rata di importo uguale alla prima.

Il prossimo 16 dicembre si verserà il saldo, ricalcolato sulla base dell’imposta applicata dai singoli comuni.

Come la vecchia ICI, l’IMU prima casa è dovuta in proporzione al periodo di possesso annuale per cui andranno calcolati i mesi effettivi di possesso. Nel caso di possesso superiore ai 15 giorni si provvede a considerare l’intero mese.

Come si paga

Il pagamento avviene tramite modello f24, tramite home banking presso le banche o attraverso il servizio F24 Web messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. A partire dal primo dicembre 2012 sarà possibile anche il pagamento tramite bollettino postale.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply