Imposta di registro locazioni: in caso di disdetta e proroga

imposta di registro locazioni
imposta di registro locazioni
Pubblicità

Imposta di registro locazioni: come avviene il pagamento

Il contribuente è tenuto a versare per legge, per quanto riguarda i contratti di locazione ad uso abitativo o commerciale la relativa imposta di registro locazioni, per quanto riguarda la scelta della modalità di pagamento si può essere optare per il versamento rateale annuale oppure per il versamento in un’unica risoluzione. L’imposta di registro per i contratti di immobili ad uso abitativo è soggetta a delle variazioni in base al tipo di contratto ed in merito al canone, se esso ha un carattere concordato oppure ha natura libera. Questa tassazione viene valutata in base al calcolo percentuale relativo all’importo del canone di locazione, tenendo naturalmente conto della stessa tipologia del bene soggetto a locazione, nel caso si tratti di un bene immobiliare ad uso abitativo l’imposta viene espressa attraverso il calcolo del 2% del canone annuo moltiplicato per il numero delle annualità; per i fabbricati ad uso abitativo a canone concordato  è necessario applicare una riduzione del 30% se l’immobile però è sito in uno dei comuni indicati dall’articolo. 1 DL 551/98. Per maggiori informazioni si rimanda all’articolo Calcolo imposta di registro contratti di locazione e pagamenti.

Disdetta e proroga

imposta di registro locazioni
imposta di registro locazioni

Qualora si scelga di versare la suddetta tassa per l’intera durata del contratto di locazione si ha diritto ad uno sconto, in questo modo si ottiene una detrazione sull’imposta da pagare che ammonta alla metà del tasso di interesse legale si tratta dell’1% moltiplicato per il numero delle rispettive annualità. Se si procede con la recessione anticipata del contratto di locazione, prima della scadenza prevista e l’imposta di registro è stata pagata per l’intera durata, allora il contribuente deve essere risarcito attraverso il rimborso dell’importo pagato per le annualità successive a quella in cui avviene la disdetta del vincolo contrattuale. Chi decide invece di pagare a rate l’imposta in relazione agli anni successivi l’importo può essere inferiore a 67 euro; in caso di proroga del contratto di locazione di un bene immobiliare ad uso abitativo è possibile erogare l’imposta di registro in una sola risoluzione oppure in alternativa si può optare per il pagamento annuale della tassazione. Ulteriori informazioni su Imposta di registro prima casa e calcolo.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply