Imu prima casa: ecco le risposte alle principali domande

Imu prima casa domande
Imu prima casa domande
Pubblicità

L’Imu prima casa e le domande più frequenti

L’ Imposta Municipale Propria è applicata su diverse tipologie di immobili: prima casa (e in quei casi si parla di imu prima casa) e altre collegate, seconda casa, uffici e studi privati, terreni agricoli, terreni incolti e terreni con requisito di previdenza agricola, immobili commerciali e industriali, fabbricati generici, negozi e botteghe, aree fabbricabili, banche e assicurazioni, fabbricati rurali strumentali all’attività agricola.

Qualora necessitaste di ulteriori informazioni, vi suggeriamo la lettura dell’articolo IMU prima casa: una stangata a Natale 2012.

Chi deve pagare la seconda rata IMU 2012?

La seconda rata IMU 2012 è assegnata ai proprietari degli immobili, i concessionari di aree demaniali, i locatari in caso di leasing, i titolari di diritti reali di usufrutto, abitazione, uso, enfiteusi e superficie.

Come viene calcolata la seconda rata IMU 2012?

Imu prima casa domande
Imu prima casa domande

Per conoscere l’importo della seconda rata IMU 2012 si può eseguire la seguente prassi: moltiplicare la rendita catastale dell’immobile (rivalutata del 5%) per il coefficiente di moltiplicazione, da qui si applica l’aliquota di riferimento, e poi si sottraggono le detrazioni forfettarie e la quota già versata nella prima rata IMU 2012.

La procedura è sicuramente complessa ma che si potrebbe semplificare attraverso l’utilizzo del calcolo online per il calcolo del saldo IMU 2012.

 

Quali sono le aliquote per la seconda rata IMU 2012?

Sulle aliquote da applicare, quelle standard sono: ,4% per l’abitazione principale e le relative pertinenze (cantine, box, garage, posti auto, tettoie); 0,2% per i fabbricati rurali a uso strumentale; 0,76% per gli altri immobili.

Attenzione a vedere il proprio Comune di pertinenza che non abbia deliberato delle aliquote differenti.

E’ prassi comune nella maggior parte dei casi per le Amministrazioni comunali predisporre sul proprio sito online delle pagine utile per conoscere le aliquote da applicare per il calcolo della seconda rata IMU 2012.

Questo è stato già fatto per esempio dai siti web dei comuni di Milano, Roma e Napoli, di Torino, Firenze e Bologna, di Genova, Palermo e Bari.

Nel calcolo della seconda rata IMU 2012 si devono tenere presente anche le detrazioni forfettarie e le possibili  detrazioni deliberate dalle singole Amministrazioni comunali per persone con disabilità, per gli anziani che vivono in regime di ricovero permanente, per nuclei familiari numerosi, per persone con redditi inferiori a una certa cifra

Pubblicità

2 Commenti

  1. Io risiedo in un appartamento non di mia proprieta’(quindi pago regolarmente un affitto), pero’ divido una proprieta’ al 33,33% con due sorelle che hanno la residenza in quella casa. L’ IMU pagata da loro e’ stata calcolata come prima casa, mentre la mia quota di IMU e’ stata calcolata come seconda casa, quindi con altissimi costi in relazione anche al tipo di immobile considerato classe economica. E’ corretto che non percependo io nessuna rendita da quella casa, e non avendo nessun’altra proprietà, debba pagare la mia quota come seconda casa?
    E’ possibile avere spiegazioni ed eventuali suggerimenti al riguardo?
    Cordialmente

    • Buonasera,

      L’applicazione dell’aliquota agevolata è subordinata alla sussistenza del requisito dell’abitazione principale. Per abitazione principale si intende l’immobile nel quale i contribuente ed il suo nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica.
      Altrimenti è da applicarsi l’aliquota ordinaria o un’aliquota specifica qualora sia stata prevista dalla delibera comunale.

Leave a Reply