Incentivi acquisto prima casa: bandi regionali

contratto di comodato d’uso gratuito di immobile
contratto di comodato d’uso gratuito di immobile
Pubblicità

Incentivi acquisto prima casa: bandi regionali requisiti

Attraverso dei periodici bandi regionali vengono elargiti degli incentivi da destinare all’acquisto prima casa, ma per poter accedere a tali bandi per l’ottenimento di contributi oppure di agevolazioni  i richiedenti devono essere in possesso di specifici requisiti soggettivi ed oggettivi. Si deve ribadire che per poter accedere alla serie di agevolazioni relative all’acquisto dell’immobile, l’acquirente non deve essere in possesso di un altro immobile simile ad un’abitazione principale sito nella stessa regione in cui viene diffuso il bando. Per quanto riguarda poi le tipologie di immobile a cui è possibile applicare le agevolazioni possono andare incontro a variazioni da regione a regione che vengono però espressamente specificate. Con le dovute variazioni regionali, in linea di massima tra i caratteri che possono essere considerati comuni  bisogna menzionare gli importi dei contributi per l’acquisto che in genere ammontano fino anche a 40.000 euro a fondo perso una tantum, talvolta poi possono essere aboliti gli interessi sul mutuo. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Incentivi acquisto prima casa: la richiesta di finanziamenti.

I requisiti indispensabili da possedere

contratto di comodato d’uso gratuito di immobile

Un altro fattore che resta normalmente valido nelle diverse regione, tanto da costituire un requisito imprescindibile, è costituito dallo stesso reddito del nucleo familiare  che non deve superare il tetto massimo previsto dalla normativa che disciplina questa materia. Anche il vincolo della residenza costituisce un requisito che non può essere trascurato se si vuole accedere agli incentivi per l’acquisto sulla prima casa: il soggetto deve avere la residenza nell’alloggio oggetto di agevolazione per la data di scadenza del bando. Per poter avere accesso agli incentivi per l’acquisto prima casa bisogna poi avere la cittadinanza italiana e spesso anche la residenza nella regione in cui è stato emanato il bando; in alcune regioni italiane di recente sono stati approvati dei bandi che permettono di avere accesso ai contributi per poter acquistare un immobile ad uso abitativo anche a extracomunitari. Altre notizie si trovano su Agevolazioni per acquisto prima casa: il Fondo per la casa per le giovani coppie.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply