Incentivi acquisto prima casa: il Fondo di solidarietà

Incentivi acquisto prima casa: quali sono

Tenendo conto di quanto sancito a livello legislativo dal varo del piano casa del Governo adottato con il decreto legge n. 102/2013 è stato creato un Fondo di solidarietà, gestito dal Ministero dei trasporti e delle infrastrutture, grazie al quale sono stati stanziati alcuni importanti incentivi validi per l’acquisto prima casa e prevedono la sospensione delle rate del mutuo per l’acquisto di un’abitazione come prima casa, ulteriori incentivi si hanno anche nel caso si debba pagare un affitto. Il governo Letta ha di recente attuato con il decreto legge n. 102/2013: un nuovo piano casa che mette a disposizione dei cittadini una serie di contributi economici che sono rivolti principalmente a chi deve accendere un mutuo per l’acquisto prima casa ed a chi deve pagare un affitto. Attraverso il Fondo di solidarietà chi ha chiesto un mutuo per l’acquisto della prima casa in tal caso beneficerà della nella sospensione delle rate del mutuo: in base al decreto legge se i proprietari oppure i titolari di un mutuo non superiore a 250.000 euro ed in possesso di un Isee non superiore a 30.000 euro  si trovano alle prese con delle difficoltà economiche possono allora usufruire di incentivi fiscali. Per maggiori notizie si legga Detrazioni acquisto prima casa valide nel 2014.

Il Fondo di solidarietà per chi è in affitto

incentivi acquisto prima casa

incentivi acquisto prima casa

Inoltre il Fondo di solidarietà mette a disposizione dei contributi anche a quei cittadini che sono tenuti al pagamento del canone del contratto di affitto, in questo caso è necessario presentare la relativa domanda se si è in possesso dei requisiti minimi previsti dal Decreto Ministeriale 7 giugno 1999 che consistono nelle seguenti voci: reddito annuo non superiore a due pensioni minime INPS, rispetto al quale l’affitto risulti non inferiore al 14%; reddito annuo imponibile non superiore a quello pattuito dalle regioni e dalle province autonome di Trento e Bolzano per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale di tipo pubblico, rispetto al quale il canone di locazione risulti non inferiore al 24%. Per altre informazioni si rimanda all’articolo Agevolazioni prima casa acquisto: chi può beneficiarne.

Pubblicità