Inidoneità abitativa di una casa

Pubblicità

Inidoneità abitativa di una casa

In base a dei criteri oggettivi e soggettivi è possibile stabilire l’inidoneità abitativa di una casa in base a quanto sottolineato dalla stessa Corte di Cassazione che si è trovata più volte nella condizione di stabilire se un bene immobiliare può assolvere ad un uso abitativo. Dal punto di vista oggettivo una perde la sua agibilità se sono intervenuti eventi catastrofici oppure incidenti domestici che fanno decadere l’uso abitativo dell’immobile. Si possono riscontrare anche delle situazioni di natura soggettiva che possono far decadere l’idoneità di un immobile, si tratta di condizioni personali che interessano chi abita la casa ad esempio a causa dell’aumento del numero dei membri del nucleo familiare la casa può rivelarsi troppo piccola, i soggetti colpiti da handicap fisici di tipo motorio non possono considerare adatta al loro stato un appartamento sito ai piani alti di un condominio che non dispone di un ascensore. Chi possiede  una casa che non è idonea ad essere abitata, ha la possibilità di comprare un bene immobiliare ad uso abitativo accedendo alle agevolazioni acquisto della prima casa senza dover prima vendere il fabbricato precedentemente posseduto. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: https://business.laleggepertutti.it/29871_bonus-prima-casa-2018-agevolazioni-e-requisiti.

Certificato di idoneità alloggiativa quando viene richiesto

inidoneità abitativa di una casa
inidoneità abitativa di una casa

In casi  particolari può essere richiesto come forma di accertamento per gli immigrati il certificato di idoneità alloggiativa, rappresentando una documentazione indispensabile per assolvere a diverse pratiche quali: il ricongiungimento familiare ai flussi di ingresso per lavoro, il permesso Ce per lungosoggiornanti, la carta di soggiorno. Il certificato di idoneità alloggiativa viene rilasciato  dallo stesso Comune dove sorge il bene imobiliare sottoposto ad investigazione, a cui spetta il compito di valutare se una casa rispetta i requisiti necessari atti a garantire una soddisfacente condizione abitativa rispettando i parametri principali di agibilità e vivibilità facendo riferimento specificamente ai requisiti igienico-sanitari elementari che devono avere i locali a destinazione alloggio.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply