Iva 10 agevolata ristrutturazioni, lavori ordinari e straordinari

Iva 10 agevolata ristrutturazioni, iniziamo dai lavori ordinari e straordinari

Quando si parla di iva 10 agevolata ristrutturazioni bisogna considerare dove si applica il bonus e per che cosa, nello specifico si devono spiegare quali sono le situazioni per le quali è possibile richiedere l’Iva agevolata e su che cosa si applica tale percentuale.

Partiamo dalle situazioni, l’Iva agevolata del 10% si applica sui lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, sia che si tratti di abitazione principale sia che si tratta di edifici residenziali, con una maggioranza, quindi, di unità abitative. La definizione di lavoro di manutenzione ordinaria e straordinaria è precisa seppur ricca di elementi, in pratica si mantengono in buono stato gli elementi tecnici, idraulici e strutturali dell’abitazione. L’Iva del 10% si applica ad esempio per i lavori su impianti di riscaldamento domestico, impianti idraulici ed elettrici, rifacimento delle mura e loro tinteggiatura. L’Iva del 10% si applica in fattura dopo aver consegnato all’artigiano o all’impresa che esegue il lavoro una dichiarazione di responsabilità fiscale dell’agevolazione richiesta. Acquisto prima casa spese e fisco municipale

I lavori di ristrutturazione

iva-10-agevolata-ristrutturazioni-lavori-ordinari-e-straordinari

Iva 10 agevolata ristrutturazioni, lavori ordinari e straordinari

Si parla di ristrutturazione edilizia quando il lavoro da effettuare comporta un’operazione di trasformazione più organica dell’edificio e questo insieme di lavori e modifiche sistemiche comportano un miglioramento di questo in termini di sicurezza, agibilità ed estetica. L’applicazione dell’iva agevolata ristrutturazioni si applica si a livello privato sia a livello condominiale. Sono due i documenti che ci chiariscono quali tipo di lavori possono richiedere l’Iva agevolata.  Innanzitutto la circolare del Ministero delle Finanze numero 57 del 1998, documento che elenca i tipi di lavoro che definiscono un’opera di ristrutturazione edilizia. Per evitare errori da parte dei contribuenti, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato dei vadecum specifici sulle agevolazioni fiscali concesse per le ristrutturazioni edilizie e anche lì possiamo trovare quali lavori effettuati rientrano in questa definizione. L’Iva in sostanza si applica sul costo dei materiali, del beni significativi e delle consulenze anche se ci sono delle condizioni da seguire, approfondire leggendo Ristrutturazione edilizia: quando si applica l’Iva al 10%.

Pubblicità