Mutui prima casa a tassi agevolati per pensionati e dipendenti pubblici

Per l’anno in corso, l’Inps gestione ex  Inpdap ha approntato una serie di agevolazioni per pensionati e dipendenti pubblici che intendono accendere mutui prima casa.

Nello specifico le agevolazioni sono destinate ai dipendenti pubblici in servizio, con contratto di lavoro a tempo determinato, ed ai pensionati iscritti alla Gestione Unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali che abbiano maturato un periodo di anzianità di iscrizione all’Inps, pari almeno a 3 anni. I tassi applicati ammontano a 3,75% per i mutui a tasso fisso e al 3,50% per quelli a tasso variabile.

Se siete interessati ad approfondire il tema dei mutui vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli di approfondimento, già pubblicati nei giorni scorsi sul nostro sito internet, nella apposita sezione dedicata: Mutuo prima casa:   come effettuare una scelta consapevole e Mutui prima casa: meno cari per dipendenti e pensionati. Entrambi gl articoli contengono una serie di informazioni utili per chi intende avviare la procedura per l’accensione del mutuo per l’acquisto della prima casa. 

La tipologia di mutuo concessa

Mutui prima casa a tassi agevolati per pensionati e dipendenti pubblici

Mutui prima casa a tassi agevolati per pensionati e dipendenti pubblici

Tutti i cittadini in possesso dei requisiti sopra indicati possono eccedere a un mutuo del valore massimo di 300.000,00 euro per la durata di 10,15,20,25 o 30 anni. Per poter fruire di tale agevolazione non bisogna essere intestatari di altre abitazioni.

Come fare la domanda

Tutte le informazioni possono essere acquisite recandosi presso l’ufficio provinciale o territoriale Inps Gestione ex Inpdap. Le domande per l’erogazione del mutuo  dovranno essere compilate tramite l’apposito modulo, corredate da tutta la documentazione necessaria a dimostrare il possesso dei requisiti dal 1 al 10 gennaio, dal 1 al 10 maggio e dal 1 al 10 settembre. Le domande correttamente compilate secondo quanto indicato nel Regolamento dell’Inps verranno accolte fino ad esaurimento dei fondi messi a disposizione per il quadrimestre di riferimento. In tal caso ciascun ufficio territoriale provvederà a stilare una apposita graduatoria dalla quale poter attingere per l’erogazione  dei finanziamenti.

Pubblicità