Mutui prima casa: come sceglierli

Pubblicità

La scelta dei mutui prima casa non è mai facile. Esistono, tuttavia, alcune regole generali utili ad individuare il finanziamento più adatto alle proprie esigenze.

Mutui prima casa: quali parametri da considerare

Uno dei principali elementi da considerare quando si decide di accendere un mutuo prima casa è lo spread e, cioè, il costo effettivo che la banca chiede ai clienti per concedere i mutui prima casa. Lo spread rimane costante per l’intera durata del finanziamento e ad esso si aggiunge il tasso di interesse, andando a costituire il costo fisso del mutuo. Per queste ragioni è conveniente scegliere un finanziamento con uno spread basso.

Per conoscere il costo reale del mutuo è, inoltre, necessario valutare il taeg che indica il costo del finanziamento già completo di spese accessorie, di perizia e di istruttoria, previste per la sottoscrizione del mutuo. E’ proprio paragonando il valore del taeg che è possibile comprendere subito la convenienza del mutuo.

Per ulteriori approfondimenti sul tema, si consiglia di consultare la pagina “mutui prima casa” all’interno del portale. La sezione ospita una serie di articoli di approfondimento specifici che potranno chiarire ogni eventuale dubbio in materia. Relativamente alla problematica trattata in questo articolo si consiglia la lettura di Mutuo prima casa: come scegliere correttamente e Mutuo prima casa: come ottenere la detrazione degli interessi passivi. 

Tasso fisso, variabile o misto? Quale scegliere?

Mutui prima casa: come sceglierli
Mutui prima casa: come sceglierli

Per essere sicuri di aver scelto il mutuo più conveniente, evitando tra quelli a tasso fisso o a tasso variabile, sempre più spesso, si finisce per optare per una soluzione intermedia. Le opzioni intermedie più comuni sono:

  • Mutuo variabile con Cap e cioè un tipo particolare di finanziamento a tasso variabile con un limite massimo oltre oil quale il tasso di interesse non potrà salire per tutta la durata del mutuo.
  • Mutuo a tasso misto o meglio, il finanziamento che permette di cambiare il tasso di interesse  periodicamente, passando dalla soluzione fissa a quella variabile.
Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply