Mutui prima casa: gli aiuti dello Stato

Mutui prima casa: le agevolazioni esistono

Il mutuo è impegno gravoso che in tempi di crisi può diventare ancora meno sostenibile. Eppure, persino in questo caso, è lo Stato a venire incontro al cittadino. Ciò grazie ad alcune agevolazioni e detrazioni per i mutui prima casa. Di seguito, una panoramica dei requisiti che un cittadino deve possedere per usufruire dei benefici – abbastanza stringenti – e una lista esaustiva degli stessi.

Mutui prima casa: requisiti

Come specificato sopra, esistono dei requisiti per usufruire degli aiuti dello Stato per i mutui prima casa, e sono anche abbastanza stringenti. Innanzitutto il mutuario non deve possedere immobili, nemmeno in usufrutto. In secondo luogo, Il mutuario deve risiedere nella stessa regione dove l’abitazione è situata. In terzo luogo, l’abitazione in questione deve essere destinata a “prima casa”. E’ d’uopo specificare che l’attribuzione di tale dicitura non comporta l’obbligo di domicilio, anche se è necessario abitare nello stesso Comune in cui la “prima casa” è situata. Infine, bisogna avere dei requisiti reddituali. Ovviamente, bisogna avere la cittadinanza italiana. Dall’agevolazione sono esclusi gli immobili di lusso e quelli che superano i 240 metri quadri di superficie.

Agevolazioni e detrazioni

Riduzione dell’imposta sostitutiva. In genere è contenuta nelle rate del mutuo. Corrisponde al 2% dell’intero finanziamento.

Mutui prima casa

Mutui prima casa: agevolazioni e detrazioni

Grazie all’agevolazione fiscale l’imposta scende allo 0,25%.

Detrazione dell’Ire lorda del 19%. Essa va applicata non solo agli interessi del mutuo ma anche alle spese connesse all’atto di compravendita, e quindi: onorario per lo studio notarile, commissioni d’intermediazione, costo della perizia, oneri per l’istruttoria, contributi fiscali. Rientrano sotto questa voce anche le quote di rivalutazione derivate da clausole di indicizzazione (clicca qui per leggere consigli sull’acquisto in genere).

Esiste un limite massimo di detrazione: 760 euro all’anno. E’ consigliabile acquistare gli immobili a fine anno, quando le tasse del mutuo tradizionalmente subiscono un abbassamento del prezzo e si può così sfruttare il beneficio pieno. Si calcola che la detrazione “totale” sui mutui prima casa possa ammontare persino a 4000 euro.

Clicca qui su una panoramica generale sui mutui prima casa.

Pubblicità