Mutui prima casa: guida pratica

Mutui prima casa: guida pratica
Mutui prima casa: guida pratica
Pubblicità

Per mutui prima casa si intendono i finanziamenti che vengono concessi dalle banche ai contribuenti che intendono acquistare la prima casa. Le famiglie che si accingono ad effettuare tale acquisto possono usufruire di importanti agevolazioni fiscali .

Principali detrazioni sui mutui prima casa

Nel caso di acquisto prima casa, intesa come abitazione in cui il contribuente dimora in modo abituale,  è possibile usufruire delle seguenti agevolazioni:

–          Pagamento  dell’imposta di registro e dell’Iva con aliquota ridotta;

–          Pagamento delle imposte ipotecarie e catastali in misura fissa;

–          Sconto fiscale per l’acquisto delle pertinenze;

–          Detrazione IRPEF, pari al 19% sugli interessi passivi del mutuo.

Per maggiori informazioni e approfondimenti in tema di mutui prima casa, si consiglia la lettura dei seguenti articoli presenti sul portale: Mutuo prima casa: agevolazioni e detrazioni fiscali e Mutui prima casa: come scegliere correttamente.  Entrambi gli articoli contengono informazioni utili per una scelta consapevole e senza sorprese.

Il beneficiario del mutuo prima casa

Mutui prima casa: guida pratica
Mutui prima casa: guida pratica

L’acquirente della prima casa, per usufruire delle agevolazioni, deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Non essere titolare esclusivo o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un’altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l’abitazione che si intende acquistare;
  2. Di impegnarsi a stabilire la propria residenza, entro 18 mesi dall’acquisto, nel comune in cui si trova l’immobile.

Tali condizioni devono essere dichiarate all’atto della compravendita.

Caratteristiche principali dei mutui prima casa

L’immobile per i quali si intende ottenere il mutuo prima casa devono possedere le seguenti caratteristiche:

–          L’immobile non deve avere le caratteristiche di proprietà di lusso indicate nel decreto ministeriale 2 agosto 1969 nella G.U. 218 del 27/8/1969;

–          Deve trovarsi nel comune in cui l’acquirente ha la residenza o cui intende metterla entro 18 mesi;

–          La casa può trovarsi in qualsiasi comune del territorio italiano se l’acquirente è cittadino italiano residente all’estero

L’abitazione deve necessariamente essere adibita a prima casa.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply