Mutuo prima casa agevolazioni: dalle origini della crisi ad oggi

Mutuo prima casa agevolazioni: Il caso della banca JP Morgan

Chi sbaglia paga e mentre il responsabile delle crisi finanziaria mondiale dovrà sborsare ben tredici miliardi di dollari, in Italia si discute e ci si divide su argomenti fondamentali per la ripresa e il benessere del Paese: fisco e mutuo prima casa agevolazioni.

JPMorgan è un importante istituto finanziario statunitense, nel 2008 si è resa responsabile dell’inizio della crisi finanziaria mondiale di cui oggi ancora paghiamo le tragiche conseguenze. La banca JP Morgan si rese responsabile della vendita di titoli immobiliari fasulli, un sistema di mutui scoperti che hanno creato un vortice a catena di insolvenze e difficoltà. Il Dipartimento di Giustizia Americano ha imputato alla società la responsabilità della crisi e ha multato l’istituto per una somma di tredici miliardi di dollari. Nel frattempo in Italia si sta affrontando l’analisi al Senato degli emendamenti che mettono in discussione la manovra politica finanziaria elaborata dal Governo Letta.

Approfondimenti:

 Agevolazioni e detrazioni frutto della crisi

mutuo prima casa agevolazioni

mutuo prima casa agevolazioni

La difficoltà delle famiglie, delle coppie e dei singoli a rispettare gli impegni finanziari accesi per l’acquisto di immobili e le difficoltà sempre più incisive sull’andamento immobiliare ed economico hanno portato istituzioni e privati a ripensare l’accesso al credito e trovare soluzioni per favorire le possibilità di acquisto e mantenimento di un’unità immobiliare. Il mutuo prima casa agevolazioni di evolve in questo contesto, attraverso un Fondo istituito nel 2007 si finanzia e si copre parte del debito che giovani coppie e altri contribuenti accendono per acquistare la prima casa, allo stesso tempo si concedono detrazioni e sconti fiscali per supportare lavori di ristrutturazione, acquisto di mobili e aggiornamento degli impianti in un’ottica ecosostenibile. Alla base di queste possibilità fiscali non c’è solo l’esigenza di aiutare giovani e coppie a costruirsi una vita propria ma si incentiva anche l’economia attraverso l’incremento produttivo e la creazione di posti di lavoro legati ai settori collaterali del mondo immobiliare.

Pubblicità