Mutuo prima casa: come ottenere la detrazione degli interessi passivi

Non tutti sanno che per chi accende un mutuo prima casa ha diritto alla detrazione degli interessi passivi. Vediamo come è possibile ottenerla.

Mutuo prima casa: chi può ottenere la detrazione

La detrazione degli interessi passivi spetta alle persone che accendono il mutuo prima casa e che risultano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Attivazione di un mutuo ipotecario, ossia un tipo di mutuo in cui la garanzia è rappresentata dall’ipoteca dell’immobile che si intende acquistare;
  2. Il mutuo deve essere legato all’acquisto, la ristrutturazione o la costruzione della prima casa
  3. La nuova abitazione deve divenire prima casa entro un anno dall’accensione del mutuo
  4. Se l’abitazione che si acquista è locata è obbligatorio intimare lo sfratto entro tre mesi dall’accensione del mutuo

Per maggiori informazioni ed approfondimenti relativi al settore dei mutui, si consiglia di fare riferimento ad altri articoli specifici sul tema presenti alla pagina mutui del portale, come ad esempio: Mutui prima casa: tutte le novità sul fondo di solidarietà e Mutui prima casa: agevolazioni e detrazioni fiscali.  Gli articoli contengono una serie di informazioni utili ed approfondimenti specifici in tema di risparmio ed agevolazione per chi intende accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa.

Quanto è possibile detrarre

Mutuo prima casa: come ottenere la detrazione

Mutuo prima casa: come ottenere la detrazione

Nell’ambito della detrazione è possibile includere i costi di istruttoria e della perizia bancaria, le imposte ed i costi notarili, tenendo conto, tuttavia, dei seguenti massimali:

–          Nel caso di acquisto il limite massimo è di 4000 euro;

–          Nel caso di costruzione o ristrutturazione il massimo è di 2,585 l’anno.

Secondo la logica della detrazione ogni soggetto in possesso dei requisiti sopra esposti ha diritto ad una detrazione sugli interessi passivi del mutuo pari al 19% secondo il meccanismo della riduzione delle imposte. Ciò significa, quindi, che sarà possibile ottenere uno sconto di 19 euro da pagare come quota Ire (EX irpef).

Pubblicità