Ravvedimento imposta di registro: cosa succede in caso di mancato pagamento

Calcolo sanzione imposta di registro: ecco come si effettua
Calcolo sanzione imposta di registro: tutte le istruzioni del caso
Pubblicità

Continua...

Sugli immobili grava un carico di tasse molto pesante, a tal punto che lo Stato si è visto costretto a fare dietrofront sull’eventualità, caldeggiata nei mesi passati, di tagliare una parte delle agevolazioni (per saperne di più consultate Agevolazioni prima casa: resistono nonostante tutto). Alla preoccupazione delle tasse si aggiunge la paura per le sanzioni in caso di mancato pagamento. Quali imponenti more sarà tenuto a pagare? E’ questa la domande che i contribuenti più distratti si pongono. Niente paura: il ravvedimento imposta di registro non è niente di catastrofico.

I numeri

Ravvedimento imposta di registro: ecco cosa succede
Ravvedimento imposta di registro: cosa succede in caso di mancato pagamento

Una volta stipulato un contratto di locazione, si è chiamati a pagare un’imposta di registro con cadenza annuale, corrispondente al 2% del valore del canone. Il versamento si esegue tramite F23 ed entro il trentesimo giorno la data di decorrenza dell’annualità. Cosa succede se non la si è pagata? Si è costretti a pagare una semplice imposta di ravvedimento, che tra l’altro è caratterizzata da un importo relativamente basso. Oltre al 2% del canone, si è chiamati a versare 3,75% dell’imposta di registro con codice 671T e, in base ai giorni di ritardo dal 31 giorno di decorrenza, il 2,5% annuo di interesse sul valore dell”imponibile con codice 731T.

Se il contratto di locazione consta di un canone di 7.800 euro, e la decorrenza è stabilità al 1° marzo, si dovrà pagare un’imposta pari al 2%, ossia di 156 euro. Se si ritarda di qualche mese, e ci si appresta a pagare nella giornata del 25 giugno, lo schema da seguire è il seguente:

112T      € 156
671T      € 5,85  (3,75%)
731T      € 0,92

Il calcolo

Il calcolo è semplice: è necessario prendere in considerazione il 2,5% annuo per poi dividerlo per 365 giorni e moltiplicarlo 86, poiché sono 86 i giorni di ritardo.

Per saperne di più sulle imposte di registro derivanti da contratto di locazione consultate Imposta di registro: info su affitto e locazione.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply