Recupero Iva prima casa: le modalità

recupero iva prima casa
recupero iva prima casa
Pubblicità

Recupero Iva prima casa

Sulla base delle agevolazioni fiscali previste dalla legge il contribuente ha il diritto di poter avviare la richiesta relativa al recupero Iva prima casa. L’acquirente che rispetta la serie di condizioni previste dalla legge valide per poter acquistare un bene immobile dovrà richiedere di poter beneficiare delle agevolazioni prima casa grazie con le quali si ottiene una riduzione delle imposte da pagare per l’acquisto dell’unità abitativa. In particolare, la relativa imposta di registro può essere recuperata al momento in cui si esegue il rogito della nuova prima casa, mentre l’Iva deve essere recuperata dal contribuente con la presentazione della dichiarazione dei redditi successiva al rogito. In merito all’acquisto di un bene immobiliare da destinare ad una prima abitazione l’acquirente può usufruire di una serie di detrazioni per accendere un mutuo, inoltre è possibile richiedere l’applicazione dell’aliquota Iva ridotta al 4% per poter comprare i materiali ed beni finiti, le agevolazioni possono essere richieste anche per la prestazione di lavori eseguiti dalle imprese di appalto. Per maggiori informazioni si rinvia all’articolo Iva agevolata prima casa: le caratteristiche dell’immobile.

Agevolazioni prima casa: IMU

recupero iva prima casa
recupero iva prima casa

Nell’elenco delle agevolazioni fiscali di cui si può beneficiare per l’acquisto di un immobile come prima casa figurano anche degli sgravi che riguardano il pagamento dell’IMU. Di fatto in relazione al pagamento dell’Imposta Municipale Unica il contribuente ha diritto a poter usufruire di una riduzione ma purché si tratti di un’abitazione principale, in tal caso l’agevolazione riguarda il completo esonero. Per poter accedere a questo beneficio fiscale è necessario che vengano rispettati degli specifici requisiti di tipo oggettivo che interessano le caratteristiche stesse dell’immobile, a partire dalla differenza tra abitazione principale e prima casa: per usufruire della riduzione di 200 euro sull’imposta e dell’aliquota ridotta in relazione alla prima casa allora il  bene immobiliare deve risultare essere la residenza del contribuente. Per  ulteriori approfondimenti sull’argomento si rimanda alla lettura dell’articolo dal titolo Iva costruzione prima casa e Legge Tupini.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply