Requisiti prima casa e credito d’imposta

requisiti prima casa
requisiti prima casa
Pubblicità

Requisiti prima casa

Le agevolazioni fiscali relative all’acquisto di un immobile da adibire come abitazione principale possono essere applicate se si possiedono i requisiti essenziali per l’acquisto della prima casa. Attraverso questo strumento di risparmio di cui può disporre l’acquirente, possono essere applicate delle agevolazioni per compare la prima casa, ma allo stesso tempo gli sgravi di tipo economico non sono vincolati al fatto che l’immobile acquistato diventi l’abitazione principale, in quanto si può usufruire delle agevolazioni anche su un’abitazione affittata o da affittarsi dopo l’acquisto. Nel corso del 2014 le agevolazioni prima casa possono essere applicate alla relativa imposta di registro da erogare per i trasferimenti di unità abitative a condizione che l’immobile rientra nelle categorie del Catasto che possono beneficiare delle agevolazioni. Possono però verificarsi dei casi in cui l’acquirente può subire la perdita delle agevolazioni sulla prima casa, e tra i casi in cui il beneficiario può veder decadere tale diritto ci sono: le dichiarazioni false; il non possedere la residenza nel comune dove è ubicata la prima casa e non farne richiesta entro i 18 mesi; se l’acquirente  vende o dona l’abitazione prima dei 5 anni dall’acquisto e non riacquista un’altra prima casa entro un anno. Maggiori notizie si trovano su Incentivi acquisto prima casa: il Fondo di solidarietà.

Credito d’imposta riacquisto della prima casa

requisiti prima casa
requisiti prima casa

Si attribuisce il credito d’imposta se l’acquirente, che ha beneficiato delle relative agevolazioni a livello fiscale per acquistare una prima casa, decide  di vendere l’immobile precedentemente acquistato beneficiando degli sgravi fiscali fissati ai fini dell’imposta di registro o dell’Iva da poter ottenere per l’acquisto di un’altra abitazione non di lusso, entro un anno dall’alienazione, dovendo però possedere i requisiti previsti dalla legge. Il credito è valido fino alla concorrenza dell’imposta di registro o dell’Iva dovuta per il precedente acquisto, ma la cifra non deve risultare superiore alle imposte da versare per l’acquisto agevolato del nuovo immobile ad uso abitativo. L’attribuzione del credito d’imposta da destinare  all’acquisto di un’altra abitazione non di lusso può essere ottenuto se il nuovo immobile da acquistare  possiede i requisiti previsti ai fini dell’applicazione delle agevolazioni  valide per l’acquisto della prima casa. Per maggiori notizie si rimanda alla lettura dell’articolo Imposta di registro prima casa e seconda casa.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply