Risparmio energetico controllo da parte dell’Enea

Pubblicità

Risparmio energetico controllo da parte dell’Enea

La Legge di Bilancio 2018 ha confermato le detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico per l’anno 2018 prevedendo un maggiore potere di controllo da parte dell’Enea, in pratica si sostiene il potenziamento dei controlli a campione, sia documentali che sul luogo dei lavori dei soggetti che usufruiscono delle agevolazioni di tipo energetico con lo scopo di accertare il rispetto e la stessa attendibilità dei requisiti che consentono di accedere a questo tipo di beneficio fiscale. La proroga del bonus ristrutturazioni e del bonus energetico fino al 31 dicembre 2018 si porta dietro anche l’introduzione di alcune novità che riguardano la stessa fruizione di questo tipo di agevolazioni prima casa. Gli accertamenti da parte dell’Ente per l’energia e le nuove tecnologie, al quale vanno comunicati gli interventi per la riqualificazione energetica, devono verificare la sussistenza delle condizioni necessarie per poter beneficiare delle maggiori detrazioni. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di http://www.repubblica.it/economia/diritti-e-consumi/fisco/2017/10/12/news/ecobonus_condominio_domande-178079153/.

Bonus per il risparmio energetico in condominio

risparmio energetico controllo da parte dell'Enea
risparmio energetico controllo da parte dell’Enea

Il sito dell’Enea è stato predisposto per accogliere l’invio delle domande per il nuovo bonus per il risparmio energetico in condominio con aliquote maggiorate, in caso di lavori svolti per ridurre il consumo energetico dell’intero edificio. La documentazione per richiedere questo tipo di agevolazione va presentata entro 90 giorni dalla fine dei lavori, grazie a questa domanda i singoli proprietari potranno avere accesso ad una detrazione del 70% o del 75% a seconda del risparmio energetico ottenuto al termine dei lavori di miglioramento delle prestazioni, nello specifico le detrazioni vengono calcolate su un ammontare massimo delle spese pari a 40.000 euro per ciascuna delle unità immobiliari che costituiscono l’edificio. I controlli devono essere effettuati da parte dei professionisti abilitati attraverso l’Ape, che rappresenta una delle documentazioni da inviare all’Enea, nello specifico la documentazione deve essere inviata entro 90 giorni dalla fine dei lavori; in caso di false dichiarazioni ne deve rispondere in prima persona il tecnico e nel caso di agevolazioni rivolte adi condomini in questo caso possono perdere le detrazioni.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply