Ristrutturazione edilizia: quando si applica l’Iva al 10%

Ristrutturazione edilizia: attività diffusa

La ristrutturazione edilizia è una delle attività più diffuse tra quelle destinate agli immobili. Addirittura, si calcola che un prestito su tre venga rilascia proprio per ristrutturare appartamenti ed edifici (per saperne di più consultate Ristrutturazione casa: uno prestito su tre serve a questo). Per i committenti, però, è possibile usufruire di uno “sconto sull’Iva”: al 10% anziché al 21%. Tale agevolazione non vale per tutte i tipi di ristrutturazioni. Ecco i casi in cui si può applicare.

I casi

Ristrutturazione edilizia: Iva al 10%

Ristrutturazione edilizia: Iva al 10% o al 21%

In generale, l’Iva al 10% si applica per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, per gli interventi di restauro e per gli interventi di tipo conservativo. La gamma dei casi è molto ampia, ma non sono poche le situazioni in cui va applicata l’Iva al 21%.

Materiali. Quando i materiali di costruzione viene pagato dal committente viene applicata l’Iva al 21%. Lo stesso vale nel caso in cui i materiali vengano comprati da un’azienda terza rispetto al committente e alla ditta che in prima persona esegue la ristrutturazione.

Beni significativi. Con questa definizione rientrano gli oggetti che hanno un ruolo essenziale per il funzionamento dell’immobile, come ad esempio infissi, ascensori, caldaie etc. Non si applica l’Iva al 10% quando il valore del bene supera la metà del costo totale dell’operazione (che comprende anche il costo delle prestazione).

L’iva al 10% va applicata, invece, nell’acquisto di beni “interni” alla costruzioni come le porte e i sanitari. Ciò vale indifferentemente da chi compie l’acquisto (committente, soggetto terzo etc).

Link utili

Quello della ristrutturazione edilizia è una materia complessa. Pertanto consigliamo la consultazione del seguente articolo: Ristrutturazione edilizia: dettagli sulla detrazione 50. Consultate, invece, Iva ristrutturazione prima casa: prima e quando se volete focalizzare l’attenzione sulla questione Iva.

Pubblicità