Sisma bonus nella legge di Bilancio 2017

Pubblicità

Sisma bonus nella legge di Bilancio 2017

Da quanto proposto dal Governo Renzi lo scorso 15 ottobre 2016 è stata posta particolare attenzione al Sisma bonus nella Legge di Bilancio 2017, per cui la manovra finanziaria per il prossimo triennio prevede la riconferma non solo delle agevolazioni relative all’ambito delle ristrutturazioni immobiliari ma anche delle misure economiche che promuovono l’adeguamento antisismici degli immobili presenti nelle aree geografiche italiane maggiormente esposte ad attività sismica. Dopo il recente terremoto che ha interessato diversi paesi del Centro Italia, l’attenzione si è focalizzata su una criticità: la necessità di provvedere nel breve tempo all’ammodernamento di immobili vecchi nel pieno rispetto della normativa antisismica che prevede dei precisi criteri da seguire per costruire una struttura in modo da ridurre l’esposizione ad eventuali danni in seguito ad un evento sismico. Negli ultimi anni sono state proposte delle nuove norme antisismiche in base alle quali assume grande rilevanza sia la valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici strategici, sia la mappatura sismica del territorio italiano. Partendo dal principio che non esistono zone da poter considerare non sismiche, quando si progetta un nuovo edificio è necessario stimare il grado sismico dell’edificio sulla base della pericolosità sismica del territorio, per tale valutazione si impiega una classificazione che va da 4 a 1: il valore 4 indica una zona poco pericolosa mentre con 1 si indica il punto di massimo pericolo.

Bonus casa per il triennio 2017-2019

sisma-bonus-nella-legge-di-bilancio-2017
Sisma bonus nella legge di Bilancio 2017

L’agevolazione che riguarda l’adeguamento antisismico costituisce uno dei punti centrali della manovra finanziaria messa in atto dal Governo con lo scopo di ridurre i costi relativi alle spese per il miglioramento della casa, in questo modo il Bonus casa per il triennio 2017-2019 viene ampiamente confermato ma anche esteso visto che sono previste delle novità. Con il Sisma bonus è possibile detrarre una percentuale Irpef anche per le spese di messa in sicurezza di edifici adibiti ad abitazione principale oppure ad attività produttive. La novità più importante del Sisma bonus 2017 consiste nell’opportunità di detrarre gli interventi di messa in sicurezza fino all’85%, nello specifico la detrazione Irpef parte dal 50% ed è soggetta ad incremento nel caso in cui l’edificio venga migliorato di due classi di rischio, per cui si ottiene un aumento al 70% oppure all’80% per le case e dal 75% all’85% nel caso di lavori di adeguamento antisismico sui condomini a fronte comunque di un importo massimo di 96.000 euro.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply