Spese ristrutturazione casa miglioramento dell’efficienza energetica

spese ristrutturazione casa
spese ristrutturazione casa
Pubblicità

Spese ristrutturazione casa detrazioni fiscali al 65%

Le detrazioni fiscali per il 2014 per quanto riguarda le spese ristrutturazione casa ammontano al 50% si sale al 65% se il lavoro di ristrutturazione ha comportato un miglioramento dell’efficienza energetica dell’unità immobiliare destinata ad essere un’abitazione principale. Chi affronta dei lavori di ristrutturazione mirati ad ottenere un miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio per cui possono essere applicate detrazioni di ristrutturazione pari al 65% che interessano la seguente serie di interventi: il sistema di riscaldamento; l’isolamento termico; gli impianti di produzione energia pulita. Per fare richiesta del bonus ristrutturazione previsto dalla Legge di Stabilità si deve farne richiesta al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi, nello specifico il contribuente che ne può beneficiare, rispettando tutti i requisiti necessari e previsti per legge, deve compilare le specifiche sezioni presenti sia nel modello Unico sia nel modello 730: si tratta di appositi riquadri in cui si fa riferimento agli immobili di tipo abitativo. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Ristrutturazione casa costo e risparmio energetico.

Chi può usufruirne

spese ristrutturazione casa
spese ristrutturazione casa

Possono avanzare la richiesta delle agevolazioni fiscali che rientrano nel bonus ristrutturazione i proprietari ma anche i titolari di un diritto reale sull’abitazione, ovvero chi gode di usufrutto, uso, abitazione e superficie, inoltre sono destinatari di questo bonus anche i contribuenti che possiedono un contratto di comodato o locazione, così come i familiari e conviventi del proprietario dell’immobile su cui si svolgono gli interventi di ristrutturazione finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica. Per poter beneficiare delle detrazioni Irpef si deve inviare una raccomandata all’Azienda sanitaria locale competente per territorio con cui si comunica preventivamente prima di iniziare i lavori; in seguito è necessario che i pagamenti dei lavori vengano effettuati tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento, solo così si possono detrarre le spese. Maggiori notizie su Bonus ristrutturazione casa e decreto legge Sblocca-Italia.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply