Tempistiche da rispettare acquisto degli arredi

Pubblicità

Tempistiche da rispettare acquisto degli arredi

Tra gli interventi di ristrutturazione casa è possibile ufruisce della detrazione Irpef per l’acquisto di mobili destinati all’arredo del bene immobiliare oggetto dello stesso intervento di ammodernamento. Ci sono delle tempistiche da rispettare tra l’acquisto degli arredi e l’inizio dei lavori di ristrutturazione, in base a quanto specificato dall’amministrazione finanziaria è possibile effettuare le spese relative all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici anche prima di quelle per la ristrutturazione dell’immobile a patto però che siano stati già avviati i lavori sul fabbricato nel quale inserire il nuovo arredo. Quindi la data di inizio dei lavori deve essere anteriore a quella dell’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, precisando che non è necessario che le spese di ristrutturazione siano affrontate prima delle spese relative al nuovo arredo interno da destinare all’immobile interessato da interventi di ristrutturazione. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: http://www.tasse-fisco.com/incentivi/nuovo-bonus-fiscale-2013-mobili-e-arredi-guida-risparmio/14660/#ixzz59GeqvPsH.

Gli immobili soggetti ad agevolazione

tempistiche da rispettare acquisto degli arredi
tempistiche da rispettare acquisto degli arredi

L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che possono essere detratte le spese per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici sostenute anche prima della ristrutturazione del proprio bene immobiliare, a condizione che siano stati già avviati i lavori di ristrutturazione dell’immobile, per questo motivo la data di inizio dei lavori deve essere anteriore a quella del pagamento di mobili ed elettrodomestici ma non è necessario che le spese di ristrutturazione siano state sostenute prima dell’acquisto dei mobili. Tale beneficio può essere richiesto in caso di ristrutturazione (manutenzione straordinaria e non ordinaria) dal contribuente che ha deciso di intraprendere lavori di ristrutturazione sul proprio bene immobiliare a destinazione abitativa, per cui i mobili e gli arredi dovranno essere adibiti a tale immobile. Possono beneficiare di questa tipologia di agevolazione gli immobili di tipo residenziale, ma gli stessi sgravi di natura fiscale possono essere richiesti anche in caso di interventi di ristrutturazioni su beni immobiliari rurali, sulle pertinenze e sui condomini.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply