Acquisto immobile in costruzione: le principali tutele

Acquisto immobile in costruzione: tutele

I vantaggi relativi all’acquisto immobile in costruzione non si limitano unicamente alla possibilità di intervenire personalmente nella decisione di apportare delle soluzioni all’immobile in corrispondenza alle proprie esigenze ma obbiettivamente gli edifici di nuova costruzione possiedono delle dotazioni tecnologiche innovative per quanto riguarda gli impianti. Dal punto di vista normativo per tutelare l’acquirente bisogna far riferimento nello specifico al decreto legislativo 20 giugno 2005 n. 122, con attuazione della legge delega n. 210/2004, che ha stabilito una serie di norme a protezioni del consumatore, nello specifico si vengono a riscontare le seguenti tutele: una garanzia fideiussoria che può essere concessa da una banca o da una compagnia assicurativa in relazione alle somme anticipate da chi acquista; una polizza danni di durata decennale a protezione di eventuali difetti dell’immobile; una prescrizioni su come devono essere stipulati il compromesso e l’atto di compravendita. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Acquisto prima casa da costruttore: i possibili vantaggi.

La normativa in materia

acquisto immobile in costruzione

acquisto immobile in costruzione

Con questa specifica normativa relativa all’acquisto immobile in costruzione si ha l’intenzione di tutelare colui che ha deciso di acquistare un bene immobiliare in via di edificazione, e poiché si tratta della parte  più debole del contratto il suo impegno viene sostenuto a livello normativo, per cui in caso di evenienze sfavorevoli a lui viene garantita la possibilità di recuperare le somme versate al costruttore. Possono infatti intervenire delle circostanze che esulano dalla volontà del compratore come ad esempio una situazione di crisi che colpisce il costruttore di fabbricati di tipo residenziale, commerciale, produttivo, direzionale. In caso di acquisto di un immobile in costruzione, se l’impresa costruttrice dovesse fallire prima della sottoscrizione dell’atto di trasferimento della proprietà solo i creditori che dispongono delle specifiche garanzie sull’edificio in costruzione possono esercitare le ragioni di credito, avvalendosi così per primi del ricavato della vendita forzata del fabbricato in costruzione. Altre notizie su Aumenti 2015 in caso di acquisto prima casa da costruttore.

Pubblicità