Acquisto prima casa: agevolazioni per l’acquisto della prima casa

Generalità sulle agevolazioni fiscali per acquisto prima casa

 

Nel caso di acquisto prima casa ad uso residenziale è possibile accedere a una serie di agevolazioni fiscali previste dalla nostra normativa.

È bene però fare una distinzione principale tra acquisto prima casa da un privato e acquisto da una impresa costruttrice come è descritto dettagliatamente nei seguenti paragrafi.

E’ bene inoltre ricordare che, laddove casa acquista sia allo stesso tempo “prima casa” e “abitazione principale, è possibile accedere a una serie di benefici riguardanti la stipula di mutui agevolati come descritto nell’articolo Mutui prima casa: guida alla detrazione degli interessi passivi. Per conoscere invece la differenza tra i due termini sopra-citati consultare l’articolo Abitazione principale o Prima Casa: che differenza c’è?.

Acquisto prima casa da privato

Nel caso di acquisto prima casa da privato il venditore dell’unità immobiliare sarà un soggetto privato e sarà possibile beneficiare delle seguenti agevolazioni fiscali:

  • imposta di registro del 3% sul valore dichiarato (valore dell’imposta in condizioni generali del 7%);
  • imposta ipotecaria e imposta catastale in valore fisso e pari a 168 € ciascuna.

    Acquisto prima casa agevolazioni

    Acquisto prima casa agevolazioni

Al fine di ottenere i suddetti benefici bisognerà prevedere che gli atti di compravendita dell’unità immobiliare ad uso residenziale e delle relative pertinenze, stipulati come già detto tra due privati, contengano espressamente il prezzo di vendita reale ed il valore catastale , quest’ultimo necessario per il calcolo delle relative imposte di registro e dell’imposta ipotecaria e catastale. Inoltre sarà necessario includere, all’interno dell’atto notarile, ed esplicitata la richiesta di pagamento delle suddette imposte sulla base del valore catastale.

Acquisto prima casa da impresa costruttrice

Nel caso di acquisto prima casa da una impresa edile bisognerà distinguere tra due situazioni, a seconda che l’acquisto della prima casa avvenga entro 4 anni dalla data di conclusione dei lavori di realizzazione o dopo tale periodo.

Nel primo caso sarà possibile beneficiare delle seguenti agevolazioni fiscali:

  • IVA al 4% (valore dell’IVA in condizioni generali del 10%);
  • imposta di registro, imposta ipotecaria e imposta catastale in valore fisso e pari a 168 € ciascuna.

In questo caso sarà necessario iscrivere, all’interno del rogito notarile, il prezzo reale di vendita, le relative modalità di pagamento (es. bonifico, assegno, ecc.) e tutti i dati relativi all’agenzia immobiliare eventualmente utilizzata (es. dati identificativi dell’agenzia e o dell’agente, commissioni relative, modalità di pagamento, ecc.).

Nel secondo caso, ossia nel caso di acquisto della prima casa dopo i 4 anni dalla data di conclusione dei lavori, si beneficerà delle seguenti agevolazioni fiscali:

  • IVA al 3% (valore dell’IVA in condizioni generali del 10%);
  • imposta di registro, imposta ipotecaria e imposta catastale in valore fisso e pari a 168 € ciascuna.
Pubblicità