Affitto prima casa agevolazioni

Pubblicità

Affitto prima casa agevolazioni

In caso di locazione non si perdono i benefici goduti in caso di acquisto di bene immobiliare, quindi si può mettere in affitto la prima casa mantenendo le agevolazioni, la stessa Agenzia delle Entrate ha precisato che la locazione dell’immobile acquistato con l’agevolazione non comporta la decadenza della stessa, in quanto, non si ha la perdita del possesso del bene immobiliare. Inoltre gli sgravi di tipo fiscale goduti al momento dell’acquisto non decadono visto che non è obbligatorio essere domiciliati nell’abitazione registrata come prima casa, basta avere o stabilire la propria residenza nel Comune dove sorge l’immobile entro diciotto mesi dall’acquisto. Le agevolazioni prima casa relative al suo acquisto non vengono revocate se l’abitazione viene messa in affitto tenendo conto però che le imposte IMU e TASI in caso di affitto prevedono un diverso regime fiscale, di fatto le eventuali esenzioni previste per queste due tasse possono essere applicate se si ha la residenza nella prima casa, ma se questa viene interessata da locazione e si procede con il cambio di residenza presso un altro immobile l’abitazione pur rimanendo prima casa, non viene più considerata un tipo di abitazione principale. Il contribuente che mette in affitto il bene immobiliare deve poi pagare le tasse sui canoni di affitto riscossi che contribuiscono a costituire reddito. Altre notizie su https://www.residenzeimmobiliare.com/fiscalita/affitto-casa-agevolazioni-tasse/.

In caso di stipulazione di un mutuo ipotecario

affitto prima casa
affitto prima casa

Si ha la possibilità di affittare il proprio immobile che funge da prima casa anche se questa è stata acquistata attraverso la stipulazione di un mutuo ipotecario, rispettando il requisito di mantenere la residenza nello stesso Comune in cui sorge lo stesso immobile, questa modalità di pagamento però determina come conseguenza diretta la perdita dei benefici relativi alla detrazione degli interessi passivi del mutuo. Per poter detrarre la specifico sconto Irpef del 19% che riguarda gli interessi passivi è necessario che la casa acquistata con la stipula del mutuo ipotecario risulti essere l’abitazione principale e quindi quella in cui si ha la residenza.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply