Agevolazione prima casa: guida all’acquisto

Agevolazione prima casa: generalità

Acquistare la prima casa è un importante investimento per mettere le radici e per acquisire una propria indipendenza. Un passo che ad un certo punto della propria vita in molti sentono di dover fare per affermare la propria autonomia rispetto al nucleo familiare di origine.

È tuttavia anche un passo molto pericoloso, perché l’acquisto di un immobile comporta un ingente quantitativo di spese, che non sempre si riescono ad ammortizzare, soprattutto senza aiuti e agevolazioni.

Ma quali sono i benefici che lo Stato mette in atto per permettere un acquisto della prima casa in maniera agevolata?

L’applicazione dell’agevolazione prima casa comporta un vantaggio fiscale molto importante per chi vuole acquistare un immobile: si tratta, infatti, di benefici che prevedono il pagamento in misura ridotta – a seconda dei casi, ovvero che si acquisti la casa da costruttore o privato, per esempio – dell’imposta di registro del 3% anziché del 7%, dell’IVA del 4% anziché del 10% e le imposte ipotecaria e catastale in misura fissa di 168 euro anziché del 2% e dell’1%.

Consulta la guida Acquisto prima casa: quadro sintetico delle agevolazioni per avere un quadro sintetico di tutte le agevolazioni che sono state introdotte nel corso degli ultimi anni.

Requisiti per accedere ai suddetti benefici

Agevolazione prima casa guida acquisto

Agevolazione prima casa guida acquisto

Questi benefici – su cui però molto sta cambiando a causa della manovra finanziaria 2012-2013 – toccano ovviamente solo una parte della popolazione, ovvero coloro che utilizzeranno l’immobile a scopo abitativo; coloro che acquistano case “non di lusso”; gli acquirenti che non abbiano già goduto dei medesimi diritti su altra abitazione e che non possiedano un’altra casa; coloro che hanno la residenza – o lavorano o studiano – nel comune in cui è ubicato l’immobile oppure siano disposti a spostarla entro 18 mesi dall’acquisto.

Va da sé, quindi, che l’agevolazione prima casa è un beneficio, un diritto che non spetta a tutti e non in egual modo, e che il mancato spostamento di residenza entro i 18 mesi dall’acquisto comporta un inevitabile ma legittima decadenza dei benefici per l’acquisto della prima casa.

Pubblicità