Agevolazione seconda abitazione quando se ne può beneficiare

Pubblicità

Agevolazione seconda abitazione quando se ne può beneficiare

L’emendamento al DdL Milleproroghe, approvato alla Camera ed al Senato ha ribadito l’agevolazione per l’acquisto della prima casa che si rivolge anche coloro che intendono acquistare una seconda abitazione. Per quanto riguarda il bonus prima casa 2017, esso può essere richiesto per gli acquisti di abitazioni che non rientrino nelle categorie catastali A7, A8, A9 (case di lusso). Tra i beneficiari di questa agevolazione casa 2017 ci sono anche i contribuenti già in possesso di abitazione ma deve sussistere il vincolo della vendita dell’immobile precedentemente posseduto entro 18 mesi dal nuovo acquisto. Prima dell’entrata in vigore della legge di stabilità 2016, per poter richiedere le agevolazioni prima casa bisognava possedere i seguenti requisiti: non essere titolare, esclusivo oppure in comunione con il proprio coniuge, di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione, su altra casa nel territorio del comune dove si trova il bene immobiliare  da acquistare con le agevolazioni casa; era poi necessario non essere titolare, neppure per quote oppure in comunione legale, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o nuda proprietà, su altro immobile acquistato, anche dal coniuge, usufruendo delle medesime agevolazioni prima casa. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura di https://www.agevolazioniprimacasa.info/tassazione-sulla-seconda-casa/.

Nuovo immobile agevolato

agevolazione seconda abitazione
agevolazione seconda abitazione

A partire dal 1° gennaio 2016, i benefici fiscali hanno risentito di una piccola estensione, per cui possono usufruire di questa agevolazione immobiliare anche i contribuenti che risultano essere già proprietari o di un immobile acquistato con le agevolazioni prima casa, a patto che si proceda con la vendita del bene acquistato in precedenza entro un anno dal nuovo acquisto. Deve poi risultare nell’atto di acquisto del nuovo immobile in regime agevolato l’impegno da parte del proprietario a vendere il bene immobiliare già posseduto entro un anno, se questa condizione non si realizza allora il soggetto perde le agevolazioni di cui ha beneficiato e quindi dovrà pagare anche una sanzione del 30% ma è possibile richiedere in maniera adeguata la riduzione.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply