Agevolazioni prima casa: la Regione Umbria annuncia a breve il bando

La Regione Umbria ed in particolare, l’assessorato alle politiche abitative, ha annunciato che, nei prossimi giorni, sarà pubblicato il bando per lo stanziamento di contributi a favore delle giovani coppie per l’acquisto della prima casa.  Si tratta di un provvedimento importante che secondo l’assessorato proponente garantendo le agevolazioni prima casa, favorirà l’autonomia dei giovani dalle famiglie di origine.

Per maggiori informazioni sull’argomento si consiglia la lettura dei seguenti articoli già pubblicati sul portale: Mutui prima casa: aumentano i fondi per le famiglie umbre e Agevolazioni prima casa: la Regione Umbria approva nuovi interventi. Gli articoli contengono una serie di informazioni utili relative al bando in via di pubblicazione.

Il fondo Gepafin

Agevolazioni prima casa: la Regione Umbria annuncia a breve il bando

Agevolazioni prima casa: la Regione Umbria annuncia a breve il bando

Il primo passo compiuto dall’amministrazione regionale competente consiste nella riattivazione del fondo Gepafin per la concessione di mutui ipotecari, cui hanno già aderito otto istituti bancari (Unicredit, Banca di Credito Cooperativo di Spello e Bettona, Banca di Mantignana e di Perugia, Cassa di Risparmio di Orvieto, Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, Banca di Anghiari , Stia credito cooperativo e Crediumbria) .  Il fondo mira a favorire l’accesso ai mutui per l’acquisto della prima casa da parte dei giovani al di sotto dei 30 anni di età che costituiscono una categoria fortemente estromessa dall’accesso ai prestiti bancari per mancanza, il più delle volte, delle adeguate garanzie richieste dagli istituti bancari.

Come funziona il fondo

Il fondo, dell’importo di circa 2 milioni di euro, servirà per agevolare la stipula dei mutui a favore dei soggetti che, normalmente, avrebbero difficoltà. L’ammontare dell’importo messo a disposizione di stima possa servire a soddisfare almeno 200 domande, anche se tale valore potrebbe arrivare anche fino a 250. Ora non resta altro che attendere la pubblicazione del bando che, secondo quanto emerso dalla Regione Umbria, dovrebbe arrivare entro febbraio e consentire l’accesso ad un finanziamento a fondo perduto per un massimo di 30.000,00 euro a domanda.

 

 

Pubblicità