Bonus per l’acquisto abitazioni da affittare

Bonus per l’acquisto abitazioni da affittare

Chi compra un immobile da mettere a reddito potrà usufruire fino al 31 dicembre 2017 di un bonus per l’acquisto abitazioni da affittare, a patto che il bene immobiliare rispetti dei requisiti specifici quali: l’immobile deve essere di nuova costruzione, a destinazione residenziale, invenduto al 12 novembre 2014; il bene abitativo non deve essere di lusso; la casa può essere costruita in appalto in un’area già posseduta; il fabbricato deve appartenere ad un’alta classe energetica (A o B); l’abitazione può essere stata sottoposta a lavori di ristrutturazione, risanamento conservativo o restauro; il bene immobiliare può essere stato ceduto da cooperative edilizie o da imprese di costruzione; l’agevolazione spetta se l’abitazione viene ceduta in usufrutto a soggetti giuridici pubblici/privati oppure ad imprese che operano nel settore degli alloggi sociale. Le persone fisiche possono beneficiare del bonus fiscale per l’acquisto di abitazioni da affittare nei successivi 6 mesi a canoni agevolati per almeno 8 anni consegutivi, che si esplicano con l’applicazione di una detrazione Irpef del 20% del prezzo dell’immobile (inclusa l’IVA), soggetta ad un limite massimo complessivo di spesa pari a 300.000 euro. Per approfondimenti si rimanda alla lettura di https://www.ediltecnico.it/57964/acquisto-casa-riepilogo-agevolazioni/.

Caratteristiche della locazione

bonus per l'acquisto abitazioni da affittare

bonus per l’acquisto abitazioni da affittare

Fino al 31 dicembre 2017 è possibile godere anche di una deduzione del 20% degli interessi passivi sui mutui stipulati per l’acquisto della stessa abitazione o per sostenere le spese dell’impresa costruttrice se l’immobile è di nuova costruzione. La deduzione Irpef si articola in otto quote dello stesso  che verranno erogate dal momento in cui viene stipulato il contratto di locazione; va precisato che questo bonus non prevede cumuli con altre agevolazioni. Per quanto riguarda la locazione, per poter usufruire delle agevolazioni l’immobile deve essere affittato a canone concordato per un periodo non inferiore ad 8 anni consecutivi, nel caso in cui il contratto si conclude prima per ragioni non attribuibili al proprietario, non si perde il bonus se si procede con la stipula di un altro contratto entro un anno dal termine del precedente.

 

Pubblicità