Bonus mobili manovra finanziaria 2017-2019

Bonus mobili manovra finanziaria 2017-2019

Nella manovra finanziaria 2017-2019 è stato prorogato il Bonus mobili che potrà essere richiesto soltanto per determinate categorie di acquisti, una misura concessa in favore di chi ha effettuato lavori di ristrutturazione sul proprio immobile o li effettuerà entro il 31 dicembre 2017, nello specifico riguarda soltanto le spese sostenute dai contribuenti che hanno effettuato oppure hanno intenzione di fare interventi di ristrutturazione nel settore immobiliare. Il Bonus mobili può essere richiesto da tutti i contribuenti residenti in Italia oppure all’estero che sono assoggettati all’Irpef o dai titolari di società con reddito sottoposto alla tassazione Ires. Sono soggette a detrazione anche le spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, a patto che l’acquisto venga effettuato nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2017, questa serie di agevolazioni fiscali è relativa all’acquisto di mobili, elettrodomestici, arredi. L’importo per quanto riguarda l’acquisto di arredamenti, di mobili da incasso, di elettrodomestici risulta agevolato con lo sconto del 50% Irpef entro il limite massimo di 10.000 euro di spesa.

Alcune novità per le giovani coppie

Bonus mobili

Bonus mobili

Il Bonus mobili 2017 valido anche per le giovani coppie, anche conviventi more uxorio, sarà possibile portare in detrazione fino a 16.000 euro di spesa, è prevista una novità che riguarda le giovani coppie che convivono da almeno 3 anni al cui interno almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni che comprano una casa da usare come abitazione principale potranno usufruire della detrazione su una spesa più alta. Il rimborso dell’imposta previsto dal Bonus mobili viene stanziato a favore del contribuente in 10 rate annuali e nella dichiarazione dei redditi è necessario inserire i dati catastali del bene immobiliare per il quale si vuole richiedere la detrazione Irpef. Questo sgravio fiscale può essere usufruito, a condizione che venga documentato correttamente l’acquisto riportando la natura, la qualità e la quantità dei beni acquistati.

Pubblicità