Bonus mobili: quali elettrodomestici sono soggetti ad agevolazione

Pubblicità

Bonus mobili: quali elettrodomestici sono soggetti ad agevolazione

In base alle disposizioni dell’Agenzia delle Entrate rientrano nella voce Bonus mobili diverse tipologie di elettrodomestici, tra cui quelli muniti di etichetta energetica i quali possono ottenere le relative agevolazioni a patto che appartengano alla classe energetica A+ (almeno A per i forni); sono soggetti ad agevolazione fiscale anche quella serie di elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica in quanto non ancora obbligatoria sono comunque agevolabili. Nello specifico nell’elenco di questi dispositivi soggetti ad agevolazione vanno inseriti i seguenti elettrodomestici: le piastre riscaldanti elettriche; le stufe elettriche; i forni a microonde ed altri tipi di grandi elettrodomestici che vengono comunemente impiegati per la cottura e la diretta trasformazione degli alimenti; i radiatori elettrici; i grandi elettrodomestici utilizzati per riscaldare stanze; i letti ed alcuni mobili che assolvono alla funzione di seduta; alcuni apparecchi per il condizionamento (come previstodalle disposizioni di attuazione della direttiva 2002/40/CE dell’8 maggio 2002 della Commissione che stabilisce le modalità di applicazione della direttiva 92/75/CEE del Consiglio); le apparecchiature per la ventilazione, l’estrazione d’aria ed il condizionamento; i ventilatori elettrici; gli apparecchi elettrici di riscaldamento; le lavastoviglie; le asciugatrici; le lavatrici; gli apparecchi di refrigerazione; i frigoriferi; i congelatori; i grandi apparecchi di refrigerazione.

Pubblicità

I potenziali beneficiari dello sgravio fiscale

Bonus mobili
Bonus mobili

Questa detrazione fiscale che si traduce in uno sconto sulla spesa finale relativa all’acquisto di arredi, di apparecchi e di elettrodomestici permette di ottenere in pratica una riduzione sulle imposte che le persone fisiche pagano allo Stato attraverso la dichiarazione dei redditi. Risultano come potenziali beneficiari del Bonus mobili tutte le persone fisiche che presentano regolare dichiarazione dei redditi a patto che abbiano effettuato nella loro abitazione un intervento di recupero edilizio; sono destinatari di questa agevolazione fiscale i seguenti soggetti fiscali: il proprietario oppure il nudo proprietario; il titolare di un diritto reale di godimento; chi abita il bene immobiliare regolarmente a titolo di locazione o comodato; i soci di cooperative divise ed indivise; i soci di società semplici; gli imprenditori individuali a patto che gli immobili in questione non siano strumentali o merce.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply