Bonus sociale idrico: chi può beneficiarne

Bonus sociale idrico: chi può beneficiarne

Le famiglie in condizioni di disagio economico possono contare su una nuova agevolazione sulle utenze domestiche che va ad affiancarsi agli sgravi fiscali relativi alla luce ed al gas, si tratta del bonus sociale idrico introdotto dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera). Attraverso la richiesta del bonus si può ottenere, rispettando le modalità di richiesta ed i requisiti necessari, uno sconto in bolletta, spetterà ai erogare i bonus ai nuclei familiari con un reddito Isee inferiore a 8.107,50 euro, limite che sale a 20.000 euro se si hanno più di tre figli fiscalmente a carico. Per richiedere questo tipo di agevolazione i cittadini dovranno presentare domanda e certificare il diritto alla fruizione del bonus sociale idrico, dopo l’accettazione della richiesta verrà applicato lo sconto in bolletta pari al costo di 18,25 mc annui (equivalenti a 50 litri al giorno, cioè il quantitativo minimo stabilito per legge per il soddisfacimento dei bisogni personali) per ogni singolo componente della famiglia. Il cittadino con contratto diretto, ha dritto allo sconto direttamente in bolletta grazie al bonus sociale idrico, per quanto riguarda invece gli utenti indiretto, ossia la famiglia che vive in un condominio e non ha un contratto proprio di fornitura idrica, potrà usufruire di tale sgravio fiscale in una sola soluzione dal gestore del servizio idrico. Altre notizie su: https://www.lentepubblica.it/cittadini-e-imprese/bonus-sociale-idrico/.

Ammissione delle domande di richiesta

Bonus sociale idrico

Bonus sociale idrico

La domanda di richiesta del bonus sociale idrico può essere presentata dai soggetti in possesso dei requisiti attraverso la presentazione della relativa domanda che va portata presso il proprio Comune di residenza, in alternativa la consegna può avvenire nei Caf delegati dal Comune. I Comuni procedono con la fase di accettazione della domanda avendo a disposizione il sistema informatico SGAte (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle TariffeEnergetiche), che viene utilizzato anche per gestire le domande di bonus elettrico e quelle del bonus gas.

Pubblicità