Casa da destinare all’affitto detrazione Irpef del 20%

Casa da destinare all’affitto detrazione Irpef del 20%

Chi acquista casa da destinare all’affitto può beneficiare di un’importante: una detrazione Irpef del 20% per una spesa massima di 300 mila euro, uno sgravio di natura fiscale che può essere applicata da chi compra un immobile a destinazione residenziale di nuova costruzione oppure da sottoporre ad interventi di ristrutturazione. In base all’articolo 21 del decreto Sblocca Italia intitolato “misure per l’incentivazione degli investimenti in abitazioni in locazione” è applicabile un bonus per chi acquista una prima casa dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017, il bonus consiste in una deduzione dal reddito complessivo pari al 20% del prezzo di acquisto dell’immobile che risulta dall’atto di compravendita, il limite massimo di spesa è di 300.000 euro e l’agevolazione è prevista solo per le persone fisiche che acquistano un immobile ad uso abitativo non da destinare ad attività commerciali; lo stesso tetto di spesa è previsto per chi sostiene le spese per costruire un immobile a destinazione residenziale sull’area edificabile che già possiede il contribuente prima che inizino i lavori oppure su immobili oggetto di interventi di ristrutturazione. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Misure ufficiali della nuova Manovra 2016: detrazioni fiscali immobiliari.

Detrazioni fiscali per contratti d’affitto di studenti fuori sede

casa da destinare all'affitto detrazione Irpef del 20%

casa da destinare all’affitto detrazione Irpef del 20%

Il soggetto che sigla un contratto di affitto per studenti iscritti al corso di laurea di un’università ubicata in un comune diverso da quello di residenza può usufruire di specifiche detrazioni nella percentuale del 19%. È possibile ottenere questo sgravio fiscale nel caso in cui il comune sia lo stesso dell’università, oppure un comune limitrofo nel raggio di almeno 100 km di distanza da quello di provenienza oppure se il comune sorge in una provincia diversa. La detrazione del 19% può essere applicata su un importo non superiore a 2.633 euro, in misura non superiore a 500 euro, si deve specificare che la detrazione è valida anche se il contratto viene intestato al genitore che sostiene la spesa, inoltre il tetto massimo di spesa rimane lo stesso anche nel caso in cui se un genitore è tenuto a sostenere la spesa per più figli. Altre notizie si trovano su Incentivi acquisto prima casa: il Fondo di solidarietà.

Pubblicità