Cittadini anziani agevolazioni TARI

Cittadini anziani agevolazioni TARI

I cittadini anziani possono richiedere le relative agevolazioni TARI, che riguarda la tassa sui rifiuti, per ottenere così uno sconto sull’imposta sui rifiuti per l’abitazione principale, questa misura interessa gli over 65 anni che rientrano in determinate soglie di reddito ISEE. In base a quanto indicato nel regolamento TARI, il Comune può applicare una riduzione su questa tassa e per richiedere l’esenzione o la riduzione tariffa, è bene consultare direttamente il sito del Comune di residenza nel quale vengono riportate le agevolazioni in vigore e le scadenze, di fatto è il singolo Comune a calcolare le tariffe del servizio dovute dal singolo abitante. Dopo aver verificato di possedere gli specifici requisiti si potrà procedere con la presentazione della domanda prima della data di scadenza, in genere la compilazione può essere effettuata direttamente online sul sito del Comune, oppure ci si può rivolgere gratuitamente a CAF e Patronati che potranno fornire una mano per la corretta compilazione della domanda di richiesta da presentare per beneficiare delle agevolazioni TARI. Per altre notizie sul tema si rimanda alla lettura di: https://www.guidafisco.it/agevolazioni-senior-over-60-65-70-75-80-anni-1451.

Come si determina il computo della tassa sui rifiuti

cittadini anziani agevolazioni TARI

cittadini anziani agevolazioni TARI

La Tassa sui rifiuti rappresenta una delle tre componenti della Iuc (Imposta Unica Comunale), ed attualmente è la tassa che sostituisce le vecchie  imposte Tares, Tarsu e Tia. Nello specifico la TARI è un tributo che si compone del computo del costo del servizio, determinata secondo la superficie della stessa abitazione, a cui si sommano delle altre voci variabili come ad esempio la quantità di rifiuti prodotti da ogni nucleo familiare in base al numero dei componenti, ma anche l’occupazione del bene immobiliare a livello temporale (nel caso delle case al mare che vengono abitate solo per un certo lasso di tempo), il riciclo in proprio di materiali, il compostaggio degli scarti organici, la non disponibilità dei locali dovuta a lavori di ristrutturazione del fabbricato abitativo.

Pubblicità