Contenimento acustico certificare il raggiungimento degli standard

Contenimento acustico certificare il raggiungimento degli standard

In caso di interventi di ristrutturazione che determinano il contenimento acustico di un immobile è possibile beneficiare delle relative detrazioni come previsto dalla Guida dell’Agenzia delle Entrate, che fa precisamente riferimento alla voce “Gli interventi finalizzati alla cablatura degli edifici e al contenimento dell’inquinamento acustico”. Si tratta di una serie di interventi che si propongono come obiettivo finale quello di favorire il contenimento acustico, tali lavori possono essere realizzati anche in assenza di opere edilizie, ma sono detraibili a patto che si provveda a certificare regolarmente il raggiungimento degli standard previsti dalla legge. Dopo aver eseguito le opere di miglioramento edilizio volti a favorire l’isolamento acustico di un edificio, si dovrà ottenere la certificazione, con documentazione redatta appositamente da un tecnico competente ed abilitato al rilascio di certificazioni acustiche. In questa certificazione deve essere trasmesso il raggiungimento degli standard che riguardano gli immobili a destinazione residenziale, che in base alla normativa vigente devono attestarsi sui seguenti parametri: isolamento di facciata 40 dB; isolamento di divisori interni 50 dB; isolamento dal rumore di calpestio dei solai 63 dB. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura di https://www.lavorincasa.it/isolamento-acustico-e-detrazioni-fiscali/.

Alcune precisazioni

Contenimento acustico

Contenimento acustico

Gli interventi di contenimento acustico mediante il ricorso a degli innovativi e funzionali sistemi fonoassorbenti, permettono allo stesso tempo di ottenere un miglioramento sostanziale delle prestazioni energetiche dell’immobile dal momento che si impiegano negli edifici degli isolanti che possiedono la capacità di soddisfare l’isolamento termoacustico. Va precisato però che si tratta di interventi che permettono di ottenere una riqualificazione energetica dell’edificio, ed in quanto tali sono soggetti ad una detrazione pari al 65%. La differenza dello sconto delle spese sostenute dipende dagli obiettivi finali raggiunti, per cui se si eseguono sistemi isolanti solo dal punto di vista acustico la detrazione è pari al 50%, se si fa ricorso ad un sistema combinato di isolamento termoacustico allora la detrazione è pari al 65%.

Pubblicità