Costo notaio per acquisto prima casa: quando rivolgersi al professionista?

Costo notaio per acquisto prima casa

Il costo notaio acquisto prima casa deve essere considerato nell’organizzazione di spesa per comprare un immobile da destinare ad abitazione principale. La spesa della pubblica funzione che consente la firma dell’atto finale di compravendita (rogito) si compone di elementi fissi e variabili, o meglio di spese che si possono conteggiare e non. Nel momento in cui si decide di acquistare una prima casa quando conviene contattare il notaio? Per un preventivo è meglio muoversi subito insieme ad un esperto di tributi e fisco, le due professionalità spesso possono coincidere. Preventivo notaio acquisto prima casa.

È sia nell’atto preliminare di vendita che nell’atto di vendita stesso che vengono certificate le condizioni per usufruire delle agevolazioni prima casa, ovvero il regime fiscale agevolato che prevede l’applicazione di percentuali e somme fisse dimezzate rispetto alla compravendita immobili ordinaria. Ma quindi, bisogna scegliere il notaio prima di aver scelto l’unità o dopo? Essendo i requisiti agevolazioni prima casa dinamici nella loro applicazione, conviene sceglierlo subito e richiedere una prima consulenza che può essere utile per orientare al meglio la scelta.

Dopo la scelta conteggiare i costi

costo notaio per acquisto prima casa

costo notaio per acquisto prima casa

Il costo notaio per acquisto prima casa prevede delle spese per conto cliente e l’onorario ovvero il compenso di lavoro del professionista a cui si deve aggiungere l’Iva del 20%. Il notaio può intervenire anche quando all’acquisto della prima casa si accende un mutuo ipotecario e sulla quale magari si possono richiedere i famosi contributi statali che dimezzano e garantiscono il credito per determinate agevolazioni e categorie economiche sociali. In questo caso l’onorario viene diminuito di una piccola percentuale. Sono due gli atti importanti che si concludono dal notaio in fase di compravendita, l’atto preliminare con la quale i soggetti si impegnano a rispettare determinati requisiti e il rogito ovvero il testo finale che certifica la vendita avvenuta e quindi il passaggio da effettuare. Le spese da dover sostenere relative al notaio riguardano le ricerche ipotecarie e catastali richieste per accertare le giuste condizioni di vendita e le imposte che dovranno essere versate al notaio che a sua volta le verserà all’Agenzia delle Entrate per conto del cliente.

Pubblicità