Detrazioni acquisto prima casa: quando possono essere applicate

Detrazioni acquisto prima casa: quali sono i casi

Le agevolazioni economiche previste per sostenere l’acquisto di abitazioni principali sono un ausilio che il governo ha istituito a partire dal 1982 e che nel corso di questo anno hanno subito delle modifiche relative alle detrazioni acquisto prima casa. Nello specifico il tema delle detrazioni fiscali è un argomento decisamente rilevante in questo 2014 da quanto stabilito dalla Legge di Stabilità che annuncia una serie di provvedimenti che hanno l’obiettivo di non applicare dei tagli drastici, così come è stato sancito  dal Governo Letta che ha deliberato che ogni previsione sul tema fosse inserita nella relativa Delega fiscale il cui disegno di legge è stato lo scorso mese di febbraio 2014 per delibera del Senato in attesa di provvedimenti definiti. Tra le detrazioni previste per l’acquisto della prima casa vanno segnalate le agevolazioni a cui avere accesso qualora ci si rivolga ad un’agenzia immobiliare; in tal caso il contribuente, dichiarando il compenso corrisposto all’agenzia che ha avviato l’intermediazione, può beneficiare dell’agevolazione per le commissioni immobiliari ottenendo una detrazione d’imposta del 19% rispetto alle spese sostenute in riferimento ad un tetto massimo che non deve superare i 1.000 euro, inoltre si può ottenere la detrazione esclusivamente nel primo periodo d’imposta successivo all’acquisto dell’immobile. Altre notizie su Detrazioni acquisto prima casa valide nel 2014.

Ulteriori detrazioni da applicare

detrazioni acquisto prima casa

detrazioni acquisto prima casa

I contribuenti che decidono di acquistare un immobile da destinare a prima casa possono inoltre usufruire delle agevolazioni economiche traducibili nella possibilità di applicare delle detrazioni dall’Irpef lorda pari al 19% degli interessi passivi e degli oneri accessori pattuiti per l’accensione di un mutuo che permette di acquistare un bene immobiliare da destinare ad un’abitazione principale: se si compra quindi una prima casa l’importo massimo su cui calcolare la detrazione finale è rappresentato da un tetto massimo pari a 4.000 euro; per quanto riguarda la spesa massima detraibile deve essere riferita complessivamente a tutti gli intestatari, oppure a più contratti di mutuo stipulati per l’acquisto di un’abitazione da destinare a prima casa. Per approfondimenti si rinvia all’articolo Agevolazioni prima casa acquisto: chi può beneficiarne.

Pubblicità