Dichiarazione Iva 4 prima casa: contratti di appalto

Dichiarazione Iva 4 prima casa come si applica

Per poter usufruire delle aliquote ridotte, da quanto previsto dalle agevolazioni in ambito edilizio, occorre presentare una dichiarazione specifica relativa all’Iva 4 prima casa da poter applicare sia nel caso della costruzione sia nel caso in cui si decide di eseguire dei lavori di ristrutturazione sulla prima casa ma anche sulla seconda casa. In base alla risoluzione ministeriale l’Iva agevolata del 4% valida per le ristrutturazioni può essere applicata qualora si eseguono dei lavori che vengono stabiliti “extracapitolato” con il costruttore, tenendo conto delle esigenze dell’acquirente che ha comprato il bene immobiliare. Attraverso la ristrutturazione il contribuente intende arrecare delle migliorie alla propria abitazione: i lavori di ristrutturazione devono essere concordati al momento delle trattative di acquisto comunicando le proprie intenzione all’impresa costruttrice da cui si è acquistato l’immobile, che a sua volta deve fatturare la spese direttamente all’acquirente dell’immobile. In base all’articolo 13 della Legge 2 luglio 1949, n. 408, l’Iva agevolata del 4% è legittimata in caso di prestazioni di servizi relativi esclusivamente a contratti di appalto previsti per la costruzione dei fabbricati e per gli interventi di modifica da parte di imprese di costruzione. Ulteriori notizie si trovano su Iva ristrutturazione prima casa: quando si applica l’agevolazione.

Cosa è possibile scontare

dichiarazione Iva 4 prima casa

dichiarazione Iva 4 prima casa

L’aliquota Iva del 4% permette di beneficiare di alcune agevolazioni nel caso in cui il proprietario dell’immobile in merito alla costruzione della prima casa e per l’acquisto di prodotti finiti, materie prime e semilavorate compresa la posa in opera ed i servizi accessori che permettono di rendere agevole l’immobile, ma è opportuno richiedere a chi effettua i lavori oppure a chi vende l’immobile la documentazione specifica.  Quando si svolgono dei lavori di ristrutturazione si può usufruire dell’aliquota agevolata solo in riferimento agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria ma solo se eseguiti attraverso la stipulazioni di contratti di appalto o di opera di servizi per provvedere ad eliminare eventuali barriere architettoniche e per l’acquisto di materie prime, prodotti finiti o semilavorati. Per approfondimenti si rimanda alla lettura di Iva sulla prima casa: agevolazioni sulla prima casa 2014.

Pubblicità